26/01/2022nubi sparse

27/01/2022nebbia a banchi

28/01/2022parz nuvoloso

26 gennaio 2022

Valdobbiadene Pieve di Soligo

A PAESAGIRE "MEDITERRANEO IN MUSICA"

Gli Antilabè propongono in anteprima nazionale il loro nuovo spettacolo

| |

| |

A PAESAGIRE

PIEVE DI SOLIGO – La musica degli Antilabè, formazione che proporrà in prima assoluta un itinerario musicale sui temi del confine, del viaggio e del paesaggio interiore, protagonista a PaesAgire.

L’appuntamento, a ingresso libero e gratuito, si terrà venerdì 23 marzo alle 20.45 all’auditorium Battistella Moccia di Pieve di Soligo. Chiude l’edizione 2011-2012 di PaesAgire.

A Paesagire gli Antilabè – Carla Sossai (voce), Luca Crepet (batteria, marimba, percussioni, vibrafono), Adolfo Silvestri (basso, bouzouki, chitarra, contrabbasso), Luca Tozzato (batteria e percussioni) e Marino Vettoretti (chitarre, synth guitar) – propongono in prima assoluta “Mediterraneo in musica”, spettacolo creato ad hoc per la manifestazione culturale pievigina.

«Abbiamo ideato per PaesAgire un percorso con sonorità e lingue che spaziano attraverso l'intero bacino del Mediterraneo – spiega Adolfo Silvestri, fondatore degli Antilabè -. Si parte dalle coste del Portogallo per arrivare alle isole greche con tappe in Africa, Arabia, Balcani e naturalmente Italia. La fusione fra idiomi diversi, giochi onomatopeici e sonorità elettroacustiche, con strumenti tipici delle aree geografiche che di volta in volta andremo ad esplorare, genera lo stile tipico degli Antilabé. Il viaggio, riprendendo le note di PaesAgire, è non solo motivo di nuove conoscenze, ma anche di crescita interiore, confronto fra le proprie emozioni e "l'altro", ovunque sia, al di là di ogni barriera fisica e mentale».

Un confronto, dunque, quello offerto agli ascoltatori, fra le emozioni che muovono azioni di oggi come quelle di ieri, in un viaggio che abbraccia tutto il Mediterraneo, un viaggio in cui la musica funge da filo condutture tra le varie culture e i paesaggi interiori, che supera ogni confine.

Ma come posso convivere generi così diversi fra loro nella musica degli Antilabè?

«Per creare la nostra identità musicale abbiamo dovuto inventarci un filo comune che li legasse, l’utilizzo di strumenti quali la marimba, il vibrafono ed il bouzouki, ci hanno permesso di creare arrangiamenti originali che portano ad individuare più spesso elementi di soft jazz e di musica etnica – continua Silvestri -. Considerate, comunque, le diverse esperienze che convergono all’interno degli Antilabé, un ascolto più approfondito dei nostri brani potrà far scoprire anche tracce di rock e di musica classica, immancabili testimonianze del patrimonio comune cui hanno contribuito tutti i musicisti che si sono avvicendati all’interno del gruppo».

Gli Antilabè (in greco antico era così chiamato uno scudo dalla doppia impugnatura utilizzato dai soldati di Sparta) sono una formazione di world music che spazia fra melodie e armonie, utilizza le parole liberandole dal loro significato per fonderle con la musica. Nasce nel 1993 dalla collaborazione fra il bassista Adolfo Silvestri e il compositore Graziano Pizzati e l’anno successivo, con una formazione di dieci elementi, vincono la seconda edizione di “Ritmi Globali”. Nel 1997 esce il loro primo cd “Dedalo” e il loro organico si riduce a cinque elementi, così come si presenteranno venerdì a PaesAgire, introducendo nuovi strumenti come la marimba e il vibrafono alle percussioni, basso, chitarra e batteria. Con gli Antilabè, per il loro secondo cd “Diacronie”, hanno collaborato alcuni dei più famosi interpreti musicali, dal jazzista americano Mike Applebaum, leader trumpet nell’orchestra del M° Ennio Morricone, a Vittorio Matteucci, l’eclettico cantante in musical come Notre Dame de Paris e I Promessi Sposti. In questi anni gli Antilabè, ispirandosi alle diverse culture del bacino del Mediterraneo e rileggendole in chiave personale, studiando i suoni di ogni singola parola che sposa la musica, hanno dato vita ad una loro distintiva musica che ha riscosso ottimi successi non solo in Italia, ma anche all’estero.

 



Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×