27/01/2022nebbia

28/01/2022parz nuvoloso

29/01/2022velature sparse

27 gennaio 2022

Oderzo Motta

Padre Cosma Spessotto primo beato martire della diocesi di Vittorio Veneto

Il ricordo della nipote che lo vedeva saltuariamente quando tornava in cerca di aiuti per la sua chiesa

| Tiziana Benincà |

immagine dell'autore

| Tiziana Benincà |

beato padre cosma spessotto

MANSUÉ - “Mio zio aveva sempre il sorriso. Ho un ricordo bellissimo di lui, perché non l’ho mai visto arrabbiato, aveva sempre voglia di giocare con tutti; mentre quando era solo pregava” così Gabriella Spessotto ricorda lo zio Padre Cosma Spessotto, primo beato martire della diocesi di Vittorio Veneto. Nato il 28 gennaio 1923 a Mansuè, Padre Cosma era partito presto come missionario per El Salvador anche se il suo sogno era andare in Cina, dove al tempo non era ancora permesso.

 

“Mio zio ha costruito una chiesa a San Juan Nonualco grazie agli aiuti che arrivavano dalle nostre parrocchie. Ogni volta spediva le ricevute per far sapere com’erano stati spesi i soldi. Dava lavoro alla gente, ha portato le viti da qui per insegnare loro a coltivare. In quegli anni non c’era la mentalità di aiutare le persone, per cui molte volte gli tagliavano le piante, lo minacciavano di morte. I mercenari politici volevano usare la chiesa come deposito armi, ma lui aveva risposto che avrebbero dovuto passare sul suo corpo e così è stato.

 

Per motivi di salute era stato spostato in una parrocchia più piccola, ma in occasione delle festività legate a Sant’Antonio, il parroco della chiesa che aveva costruito gli aveva chiesto aiuto. Mentre leggeva il breviario prima di celebrare la Santa Messa un gruppo di mercenari è entrato nella sua chiesa e l’ha trucidato. Era il 14 giugno 1980”. Sepolto nella sua chiesa, il missionario nel suo testamento aveva scritto che morire martire sarebbe stata la cosa più grande, non un suo desiderio, ma la volontà di Dio. La sera dell’omicidio, dopo anni di inattività dovuta a problemi elettrici mai risolti, la grande croce che aveva messo in cima al campanile si era accesa illuminando tutta la notte. Il 14 giugno 2020 Padre Cosma è stato beatificato a Mansuè nel suo 31° anniversario di morte, ma la festa ufficiale avverrà il prossimo 22 gennaio a El Salvador, nella sua chiesa.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Tiziana Benincà

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

03/08/2017

"Padre Cosma presto Beato"

Questa la richiesta, votata all'unanimità, da parte del Consiglio comunale di Mansué, comune dove il religioso, martirizzato nel 1980, nacque nel 1923

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×