02/12/2021pioggia

03/12/2021poco nuvoloso

04/12/2021velature estese

02 dicembre 2021

Nord-Est

Padova, caso affitti: “nessuna risposta pervenuta dalla Regione”

“Un’assenza che è necessario venga compensata dagli enti locali”. Ecco le proposte del Senato Accademico

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Palazzo Bo a Padova, luogo della protesta studentesca

PADOVA – La recente manifestazione organizzata da “Studenti Per - UDU Padova” col fine di mettere in risalto le difficoltà riscontrate da numerosi studenti e studentesse nel trovare un alloggio in affitto, non ha portato ai risultati sperati. A dieci giorni di distanza dal presidio, infatti, tutto tace: nessuna risposta è pervenuta dalla Regione.

"Nonostante il disagio evidenziato da studentesse e studenti, che hanno largamente partecipato ad assemblee e presidi organizzati nella settimana, la Regione non ha mosso un dito né dato almeno una qualche forma di risposta alle nostre richieste di aiuto" - commenta Beatrice Sofia Urso, rappresentante in ESU dell'UDU Padova.

"Questa assenza da parte della Regione è necessario che venga compensata dagli enti locali - continua Alessia Conti, senatrice accademica dell'Udu Padova - negli scorsi giorni abbiamo apprezzato le prime proposte messe in campo dal Comune e la vicinanza della rettrice Mapelli, ma serve agire al più presto per aiutare le studentesse e studenti che ad oggi si trovano ancora senza casa.

Per questo durante il Senato Accademico abbiamo discusso e portato avanti una serie di proposte per venire incontro ai disagi del momento. È necessaria una legislazione emergenziale per bloccare i prezzi degli affitti, soprattutto dopo la registrazione dell'aumento dei costi di camere singole e doppie a Padova, non vogliamo che la nostra città diventi come Bologna o Milano.

Vanno poi stipulati degli accordi con gli albergatori per rendere hotel e ostelli abbordabili per gli studenti, con costi al mese ridotti. Di fondamentale importanza e urgenza, poi, il lavoro che va fatto con la Questura per risolvere il problema del permesso di soggiorno per gli studenti internazionali. Non avendo ancora un contratto, molti di loro dovranno tornare a casa se non si trova una soluzione in questi giorni.

Non possiamo ignorare che molti studenti ci hanno raccontato quante volte sono stati vittime di truffe in questo periodo; perciò, crediamo sia necessaria l'implementazione di una rete di affidabilità dei proprietari".

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Dello stesso argomento

immagine della news

17/10/2021

BUONA DOMENICA Fascisti no pasaran!

Duecentomila a Roma ieri per dire no alla violenza e a nuove forme di fascismo dopo l'assalto della settimana scorsa alla sede della Cgil.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×