20 giugno 2021

Treviso

Oltre 600 persone alla serata di Indipendenza Veneta

Sindaci e amministratori delle province venete al Maggior Consiglio per parlare di fiscalità

|

|

Oltre 600 persone alla serata di Indipendenza Veneta

TREVISO -Oltre 600 persone hanno affollato venerdì sera 23 le sale dell’Hotel Maggior Consiglio di Treviso per prendere parte all’evento organizzato dal Movimento Indipendenza Veneta sul tema la “Fiscalità nel Veneto Indipendente”.

Alla serata hanno preso parte 42 tra sindaci ed amministratori dei Comuni delle Province di Treviso, Venezia, Padova e Belluno tra cui ricordiamo Casale sul Sile, Castello di Godego, Cittadella, Cordignano, Crocetta del Montello, Galliera Veneta, Loria, Pieve di Soligo, S. Lucia di Piave, S. Giorgio in Bosco, Resana, Segusino, Spresiano, Scorzè, Tarzo, Trissino, Vedelago, Villorba, Zero Branco, che hanno potuto rendere visione della nuova iniziativa denominata AMI-Veneto (Assemblea delle Municipalità venete) presentata dal Sindaco di Santa Lucia di Piave dott. Szumski finalizzata a sostenere il progetto referendario per l’Indipendenza sancito dalla L.R. 16/2014 ed in primis “il diritto di voto”.

Andrea Tomat 
Oltre ai numerosi Amministratori pubblici la sala è stata gremita da imprenditori veneti di notevole spessore virtualmente rappresentati dal Andrea Tomat, ex presidente Confindustria Veneto, e dal Ivan Palasg, presidente di Apindustria Venezia, che hanno potuto apprezzare la serietà e credibilità del progetto di Indipendenza Veneta. Durante la serata i relatori hanno affrontato vari temi:dall’esame storico/economico dell’avvocato Renzo Fogliata, si è passati ai temi prettamente fiscali esposti prima da Alessando Trentin (Apindustria Vicenza) e poi dal primo consigliere di Indipendenza Veneta Michele Favero coadiuvato dal Casotto che hanno esposto i drammatici resoconti economici attuali dei comuni del Veneto e confrontando i dati di un Comune come quello di Treviso in una simulazione di un Veneto indipendente. L’avvocato Alessio Morosin ha quindi concluso gli interventi richiedendo la spinta di tutti, sindaci,  amministratori, imprenditori, associazioni e lavoratori per sostenere il diritto di voto e quindi l’indizione da parte della Regione del Referendum per l’Indipendenza del Veneto.

 



Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×