27/09/2022nubi sparse e temporali

28/09/2022pioggia debole

29/09/2022nubi sparse e rovesci

27 settembre 2022

Castelfranco

Oltre 200 scout a Trichiana da tutto il Veneto, compresa Castelfranco

Sono tanti i giovani dai 17 ai 21 anni che si sono ritrovati nelle Prealpi bellunesi dopo due anni di stop dovuto alla pandemia.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Scout a Trichiana - foto di Emmanuela Gasparella

CASTELFRANCO / BORGO VALBELLUNA – Dall’undici al quattordici agosto i prati di Pranolz (Trichiana, comune di Borgo Valbelluna) si sono colorati di tante camicie azzurre degli scout Agesci del Veneto, con oltre 200 ragazzi dai diciassette ai ventuno anni provenienti da tutto il Veneto che si sono incontrati sui prati delle Prealpi bellunesi.

I tredici gruppi afferenti alla zona di Castefranco Veneto, dopo aver camminato per cinque giorni seguendo vari itinerari tra il Veneto e la Lombardia, si sono ritrovati a Pranolz per vivere insieme quattro giorni all’insegna del divertimento e dl gioco, ma anche con momenti di riflessione e tavole rotonde.

Il filo conduttore dell’evento è stato “Lascia la tua traccia e scegli il tuo cammino”, cammino inteso sia in senso fisico, sia in senso spirituale. La tematica è stata particolarmente apprezzata dai ragazzi e dagli educatori, che finalmente hanno potuto vivere l’esperienza scout dopo i due anni di stop forzato della maggior parte delle attività per il Covid-19.

Tante le associazioni ospiti presenti durante il campo: Caritas Italiana; Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie; il settore giustizia pace nonviolenza di Agesci; associazione Non Dalla Guerra; Comunità Emmaus; Associazione LAN; Comunità di Sant’Egidio; Medici con l’Africa Cuamm; Progetto Choice; Progetto Cambuse critiche; Associazione Nazionale Alpini.

Fabiano Basso e Valeria Quarello, responsabili Branca RYS (Rover/Scolte) di zona affermano: “Questa esperienza è stata fortemente formativa sia per i ragazzi, sia per noi educatori. Dopo due anni di distanziamento sociale, attività interrotte e difficoltà a causa della pandemia, finalmente siamo riusciti a rivederci tutti insieme. I giovani sono quelli che più di tutti, a nostro avviso, hanno sofferto la pandemia, a causa della didattica a distanza in primis e dell’impossibilità di stare insieme ai propri coetanei. Questo evento è stato un momento essenziale per tutti noi; ci ha permesso di stringere nuovi rapporti, riflettere su chi siamo e sui nostri progetti e soprattutto ci ha permesso di riabbracciarci”.

In copertina, un momento dell'incontro scout a Trichiana - foto di Emmanuela Gasparella.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×