23/01/2022poco nuvoloso

24/01/2022foschia

25/01/2022nubi sparse

23 gennaio 2022

Mogliano

Oggi l’accensione dell’albero di Natale nel Quartiere Ovest-Ghetto

Appuntamento alle ore 17 presso la piazzetta di via Roma. Domenica 5 dicembre sarà la volta del pranzo di Natale

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Inizia il Natale nel Quartiere Ovest-Ghetto

MOGLIANO VENETO – Tra i nove quartieri di Mogliano Veneto che tra oggi e domani accenderanno l’albero di Natale c’è anche il Quartiere Ovest-Ghetto. Oggi, sabato 27 novembre, alle ore 17, è infatti prevista l’attesissima accensione dell’albero di Natale presso la piazzetta di via Roma, che sancirà ufficialmente l’inizio della festività più attesa dell’anno. Subito dopo verrà acceso anche il presepe – prerogativa del Quartiere Ovest-Ghetto da molti anni – allestito dalle ragazze e dai ragazzi del Ceod “La rosa dei venti”. Ad allietare il festoso evento ci penseranno il Coro La Contrà con un breve concerto a tema natalizio e l’Associazione di Quartiere che offrirà ai presenti castagne arroste e bevande calde.

Un altro evento che i residenti del Quartiere possono segnarsi in agenda è quello di domenica 5 dicembre. Alle ore 12.30, nei locali del CRCS (dietro alla chiesa), è previsto infatti il pranzo di Natale. Si tratta di un evento che riunisce i cittadini da 15 anni e che, a causa dell’emergenza coronavirus, è stato sospeso nel 2020. La cena, storicamente dedicata agli anziani del quartiere, quest’anno è aperta a chiunque voglia partecipare. Per farlo è necessario prenotarsi entro e non oltre giovedì 2 dicembre, o fino all’esaurimento dei 40 posti, iscrivendosi presso il bar del CRCS (orario 14:30 – 18:30) o telefonando al 338 1511614.

“Con questi semplici eventi il Quartiere vuole provare a rivivere il Natale come lo abbiamo sempre conosciuto, tenendo chiaramente bene in mente le misure prudenziali ancora necessarie – commenta il presidente di Quartiere Andrea Foffano -. Vogliamo far sentire ai residenti che il Quartiere c’è, è presente, nonostante le minori attività causate dalle restrizioni. Per noi, infatti, è molto più complicato organizzare e pensare a eventi che possano riunire i cittadini, ma non demordiamo perché siamo convinti che la parte sociale del quartiere deve rimanere sempre viva”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×