03 giugno 2020

Benessere

Oggetti utili da avere in macchina prima di partire per un viaggio

| commenti |

| commenti |

Oggetti utili da avere in macchina prima di partire per un viaggio

Se siete soliti spostarvi molto in automobile per lavoro o per svago, ogni tanto dovrete fare un po’ di attenzione ai diversi componenti della vettura, facendo un bel check-up completo prima di partire per un lungo viaggio in autostrada. Viaggiare in tutta sicurezza è molto importante sia per noi sia per gli altri utenti della strada, quindi occorre essere responsabili e fare tutti i controlli del caso.

 

Oltretutto un buon check up permette di stare tranquilli e di poter girare in automobile senza il rischio di guasti improvvisi che possono farci rimanere bloccati in una località lontana da casa. La soluzione migliore per potersi togliere ogni dubbio è fare il tagliando auto, specialmente se avete appena acquistato un mezzo di trasporto nuovo o usato.

 

Il tagliando non è obbligatorio, ma è una buona occasione per fare un controllo completo dei componenti del mezzo e magari farsi fare anche un buon cambio d’olio se l’auto è usata. Oltre al check up è sempre una buona idea avere in automobile i giusti utensili per intervenire in caso di emergenza, specialmente se siete soliti recarvi in zone poco abitate per fare un po’ di campeggio con amici o familiari. Vediamo quali sono gli oggetti più utili che potete tenere in automobile e che potranno salvarvi la giornata in caso di emergenza.

 

Compressore per auto

Il compressore per auto non può mancare nel bagagliaio di ogni automobilista, in quanto vi permette di tenere sempre d’occhio la pressione delle gomme. Gli pneumatici durante i viaggi possono perdere forma fino a sgonfiarsi completamente, minando la sicurezza sulla strada. Le ruote inoltre si possono sgonfiare anche se il veicolo rimane fermo a lungo, specialmente quando fa molto caldo.

 

Prima di partire infatti è sempre bene usare il compressore per verificare lo stato delle gomme e magari dare una gonfiata, inoltre potrete tenerlo sempre pronto all’uso nel caso sentite che una delle gomme è un po’ ‘a terra’.

 

Booster, caricabatterie e mantenitore di carica

Raggruppiamo questi tre utili oggetti in quanto servono alla manutenzione della batteria dell’automobile. Non tutti sanno che la batteria ha una vita di massimo 4 o 5 anni, passati i quali andrà assolutamente sostituita in modo da evitare spiacevoli inconvenienti. Vi sarà capitato almeno una volta di rimanere fermi a causa della batteria datata che una volta scaricata proprio non ne vuole sapere di ripartire. Prima di tutto quindi vi consigliamo di cambiare la batteria se questa è datata.

 

Ora veniamo ai nostri utensili, il più utile ae acquistato è il booster. Conosciuto anche come avviatore di carica, questo oggetto vi permette appunto di ‘avviare’ una batteria che ha perso un po’ di carica (per esempio se avete tenuto le luci accese a motore spento). Le sue dimensioni ridotte permettono di sistemarlo nel portabagagli o nel cassetto del posto del passeggero senza occupare troppo spazio.

 

Il mantenitore di carica a differenza del booster non ‘riavvia’ la batteria, ma semplicemente la tiene ‘attiva’ per un breve periodo. Torna molto utile nel caso la batteria sia completamente scarica e dobbiate fare giusto qualche chilometro per portarla dall’elettrauto o magari per togliere il veicolo dalla strada e avvicinarvi il più possibile a casa vostra.

 

Dei tre il caricabatterie invece è l’unico in grado di ridare carica ad una batteria, ma per funzionare dev’essere necessariamente collegato alla corrente elettrica. Per questo motivo il caricabatterie è consigliato solo se disponete di un garage o di uno spazio esterno nella vostra abitazione.

 

Torcia elettrica

Può sembrare una banalità, ma una torcia elettrica di qualità può fare davvero la differenza nel caso rimaniate bloccati con l’automobile per un guasto o se venite coinvolti in un incidente in una zona poco illuminata. La potenza elevata di una torcia LED vi permetterà di vedere con chiarezza la strada e di segnalare la vostra presenza agli altri automobilisti grazie a dei segnali intermittenti. Non pensate che per farvi notare sulla strada basti la torcia dello smartphone, in quanto i lumens di quest’ultima non sono per niente paragonabili a quelli di una torcia elettrica.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×