22 ottobre 2021

Oderzo Motta

Oderzo ricorda Giovanni Pezzulo, ucciso in uno scontro a fuoco a Kabul

L'attacco, nel febbraio 2008, venne rivendicato dai Talebani. Il sottufficiale faceva parte della Task Force Surobi ed era arrivato in Afghanistan nel dicembre 2007

| Angelo Giordano |

| Angelo Giordano |

un momento della cerimonia

ODERZO - Ieri, 2 novembre, nel cimitero di Oderzo, in occasione della Commemorazione dei Defunti, si è svolta una breve ma significativa cerimonia nel ricordo del Sottotenente Giovanni Pezzulo.

Il 13 febbraio 2008 l’allora Maresciallo Giovanni Pezzulo, di stanza al “CIMIC Group South” di Motta di Livenza, originario di Carinola (Caserta), fu ucciso nella località di Rudbar a circa 60 chilometri da Kabul in uno scontro a fuoco, rivendicato dai talebani, avvenuto durante un’attività di Civil-Military Cooperation. Il sottufficiale faceva parte della Task Force Surobi ed era arrivato in Afghanistan il 3 dicembre 2007.

Il nuovo Comandante del Multinational CIMIC Group di Motta di Livenza, Colonnello Mattia Zuzzi, alla presenza dei familiari e del Sindaco di Oderzo Maria Scardellato, nel rendere onore all’operatore CIMIC ha ricordato l’esempio, il coraggio e il valore che hanno contraddistinto il Sottufficiale Pezzulo durante il suo diuturno lavoro in terra afghana.


Foto di Carlo Verardo

 



Angelo Giordano

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×