23/01/2022velature estese

24/01/2022foschia

25/01/2022foschia

23 gennaio 2022

Treviso

Obbligo di Green pass sui bus: trasporto scolastico a rischio

Il Prefetto Laganà: "Tanti giovani studenti non sono ancora vaccinati, in gioco c’è la normale attività scolastica"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

studenti in bus

TREVISO - Trasporto pubblico locale e nuovo obbligo di Green pass. E’ questo uno dei nodi da sciogliere che più preoccupa in vista dell’entra in vigore delle nuove regole dell’ultimo decreto. Dal prossimo 6 dicembre l’utenza di bus e corriere non vaccinata dovrà esibire un tampone negativo con validità di 48 ore.

Mobilità di Marca trasporta ogni giorno migliaia di studenti e tanti over12 non sono ancora vaccinati. Al momento nella popolazione di età compresa tra i 12 e i 19 anni, i vaccinati con la prima dose sono il 73,8%. Le famiglie sono già in allarme per capire come comportarsi. Il pericolo è che vengano lasciati a piedi i ragazzi. “Quello del trasporto scolastico è un tema delicato, in gioco c’è la normale attività scolastica”, dichiara il Prefetto di Treviso Maria Rosaria Laganà - “Al momento stiamo facendo dei ragionamenti, non appena avremo in mano le norme ufficiali ci riuniremo con l’azienda di trasporto pubblico e quella sanitaria per capire come procedere. Oltre ai controlli resta da capire se il trasporto scolastico è compreso in queste misure”.

In attesa dell’introduzione delle nuove regole a partire dal 6 dicembre e del Super Green Pass, più di qualche genitore ha già provveduto a prenotare la prima dose per il figlio. “Se fino alla settimana scorsa facevamo circa un centinaio di prime dosi al giorno, oggi stiamo andando oltre le 350 prime dosi giornaliere - conferma l’Ulss2 -. Mettersi in sicurezza con la vaccinazione significa evitare le diffusione del virus che oggi colpisce molto i giovani ”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×