24 ottobre 2021

Vittorio Veneto

Nuovo cemento in uno degli angoli più suggestivi di Vittorio Veneto

"L’area Borca verrà compromessa da interventi edilizi molto discutibili"

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Consiglio comunale Vittorio Veneto

VITTORIO VENETO - Nel prossimo consiglio comunale del 14 settembre verrà presentata e votata la delibera sull’intervento di riqualificazione su area denominata “Ex case Borca” ma i consiglieri comunali di Rinascita Civica - Partecipare Vittorio biasimano l’iniziativa.

“Ancora varianti al Prg. A ridosso dell’approvazione del PAT viene portata in consiglio una variante, l’ennesima, che andrà a consumare ulteriore suolo e a deturpare il paesaggio cittadino. La scusa è disarmante: l’area Borca sarebbe un ambito urbano degradato (ai sensi dell’Art. 6 L.R. 14/2017 ecc. ecc. ). Per la stessa logica tutti i prati che circondano Vittorio potrebbero essere considerati area degradata”.

Ma ecco le ragioni del dissenso: “Vittorio Veneto la città con più cemento della provincia di Treviso, seconda solo al capoluogo, conferma e rafforza il suo triste primato. Calano gli abitanti e aumenta il cemento in barba ai dichiarati propositi di riduzione di consumo di suolo. Il grande prato, che ogni anno viene coltivato a mais, sarà in parte cementificato per realizzare villette di lusso e una “piastra polifunzionale”, definizione fantasiosa per evitare di usare il termine “parcheggio per auto”.

Non si capisce quale utilità abbia per il Comune l'edificabilità di una piastra da ricavarsi nella porzione nord/ovest dell’area esterna, ad uso parcheggio e spazio per eventi esterni, quando di spazi per eventi esterni, a Serravalle, ne esistono già in abbondanza. Si consideri che tutto ciò avviene in adiacenza della Pieve di sant’Andrea di Bigonzo edificio di altissimo pregio storico e identitario già intaccato dall’uscita del traforo di Santa Augusta.

Le bellezze della nostra città, l’idea della città giardino, i viali alberati e gli spazi urbani verdi, i coni visivi sulle nostre montagne, in sintesi il nostro paesaggio, il bene più prezioso di Vittorio Veneto, è ancora una volta preso d’assalto dalla voracità degli insaziabili cementificatori”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×