26 novembre 2020

Montebelluna

Nuovo accordo tra Comune e sindacati

È stato siglato nei giorni scorsi in municipio

|

|

Nuovo accordo tra Comune e sindacati

MONTEBELLUNA - Siglato nei giorni scorsi in municipio a Montebelluna l’accordo che nasce dalle richieste avanzate dalle organizzazioni sindacali (SPI CGIL, FNP CISL e UILP UIL) relativamente alla piattaforma confederale presentata a inizio 2016.

Il documento porta la firma del sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, il vicesindaco, Elzo Severin, e Paolino Barbiero, Gilberto Romanato, Alfio Calvagna, Catterino Nasato, Luciano Favero, Mario De Nardi, Rino Dal Ben, Antonio Confortin, Mario Tozzato, Valerio Cancian, in rappresentanza di CGIL, CISL e UIL.

 

Pur consapevoli delle difficoltà di bilancio in cui versano i Comuni – commenta Paolino Barbiero, segretario generale SPI CGIL di Treviso – l'auspicio è che qualora si aprano spazi di manovra a livello economico-finanziario il Comune di Montebelluna possa avere modo di agevolare le fasce più deboli riducendo la pressione fiscale ed introducendo sistemi di differenziazione nell'applicazione dell'addizionale Irpef. Altrettanto importante è destinare risorse al riassetto delle zone industriali e commerciali e sulle politiche abitative in modo che si possano creare condizioni di crescita in grado di dare risposte all'occupazione e capaci di generare valore economico per la comunità.”.

Il fatto che le azioni adottate dal Comune di Montebelluna venga apprezzato dalle organizzazioni sindacali dimostra la serietà e l'impegno con cui stiamo operando – commenta il sindaco Marzio Favero -. Mi riferisco in particolare agli sforzi nella ricerca di finanziamenti esterni per cambiare volto alla città nonché all'attività di coordinamento portata avanti dal Comune in ambito territoriale come capofila della federazione dei sette comuni. Le sfide gestionali ed amministrative sono continue ma va dato atto che le organizzazioni sindacali sono state protagoniste ed accompagnatrici di un processo di riorganizzazione complesso che, continuamente, deve farei conti con le crescenti istanze da parte delle fasce di popolazione più debole e con le risorse sempre più scarse”.

 



Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×