06/12/2021sereno

07/12/2021velature lievi

08/12/2021pioggia

06 dicembre 2021

Mogliano

Il nuovo “Parco della Legalità” di Marocco già abbandonato all’incuria?

Alcune foto comparse su Facebook denunciano una situazione di degrado. Due giorni dopo la segnalazione è stata tagliata l’erba

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

L'erba alta impedisce di raggiungere e utilizzare i giochi

MOGLIANO VENETO – Nonostante siano passati solamente poco più di due mesi dall’inaugurazione del “Parco della Legalità” in via Falcone e Borsellino a Marocco di Mogliano Veneto c’è già chi denuncia lo stato di incuria e degrado in cui riverserebbe il parco.

Delle foto pubblicate sul gruppo Facebook “Sei di Mogliano Veneto se...” da Gianni Masi, residente del Quartiere, testimoniano infatti una situazione molto differente rispetto a quella del 26 giugno, giorno dell’inaugurazione: l’erba cresciuta ad “altezza bambino” crea diversi disagi, tra cui quello di utilizzare i giochi installati.



“Ho voluto attirare l’attenzione dell’Amministrazione Comunale e dei residenti commenta Masi - perché non è possibile che un parco voluto dalla Giunta versi già in simili condizioni. E non è l’unica area verde a Marocco che ha questa problematica, tanto che sono i residenti a doversi occupare della manutenzione, come succede ad esempio con il parco vicino alla chiesa o con il campo da calcio”.

L’Amministrazione Comunale ha infatti formato dei volontari con un corso specifico per far sì che gli stessi potessero utilizzare strumenti messi a disposizione dal Comune per la cura degli spazi verdi del Quartiere.

“Questo però non può succedere anche con il nuovo parco – continua il residente – innanzitutto perché è molto grande e quindi impegnativo, le persone dovrebbero sacrificare il proprio tempo per un servizio per cui si pagano delle tasse; poi perché se si decide di creare spazi di questo tipo è giusto che la responsabilità sia del Comune, che deve garantire almeno 3-4 sfalci a stagione. Il parco è bello, nuovo e può essere un luogo di ritrovo per la comunità”.

Dopo appena due giorni dalla segnalazione il Comune si è occupato dello sfalcio. Forse era già in programma (come sostiene l’assessora Tochet in un commento comparso sotto al post): comunque sia andata l'importante è che finalmente qualcuno abbia sanato questa situazione di degrado.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×