23 gennaio 2020

Esteri

Nucleare Iran, intesa vicina. Netanyahu: "Accordo pericoloso, va bloccato"

commenti |

commenti |

Nucleare Iran, intesa vicina. Netanyahu:

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha insistito ancora una volta oggi nella sua opposizione all'accordo nucleare con l'Iran: "Questo accordo che si profila - ha dichiarato - conferma tutti i nostri timori e va anche oltre", ha affermato durante la riunione di governo a Gerusalemme. Netanyahu ha anche reso noto di aver esplicitato questa sua posizione nel corso di conversazioni telefoniche avute con deputati repubblicani e democratici al Congresso statunitense.

 

A Losanna proseguono i negoziati tra il '5+1' (i cinque paesi con diritto di veto all'Onu, Stati Uniti, Cina, Russia, Francia, Regno Unito più la Germania) per la fase finale dell'accordo quadro che si spera di raggiungere entro la data di martedì. Successivamente, entro luglio, si cercherà di arrivare ad un accordo più ampio.

 

Netanyahu ha quindi accusato "le pedine dell'Iran" di conquistare attualmente ampie zone dello Yemen e zone strategiche per il commercio mondiale del petrolio parallelamente ai negoziati a Losanna. "L'asse Iran-Losanna-Yemen è molto pericoloso per l'umanità e va impedito", ha aggiunto Netanyahu.

 

Laurent Fabius e Frank-Walter Steinmeier, ministri degli Esteri francese e tedesco, hanno annullato la visita che avevano in programma entrambi di effettuare in Kazakhistan domani per restare a Losanna dove si avvicina la scadenza del 31 marzo entro la quale sbloccare i negoziati sul dossier nucleare iraniano.

 

Anche il segretario di stato americano John Kerry - che avrebbe voluto prendere parte a un evento in memoria di Edward Kennedy negli Stati Uniti - ha deciso di cancellare la partenza per restare a Losanna dove continuano le trattative tra il '5+1' e Teheran.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×