13/06/2024pioggia e schiarite

14/06/2024velature sparse

15/06/2024poco nuvoloso

13 giugno 2024

Cronaca

Novanta minuti senza parlare o usare il cellulare, in scena le "Olimpiadi del far niente"

Vince chi riesce a non fare assolutamente nulla senza addormentarsi, mantenendo stabile la frequenza cardiaca

|

|

 Space-out

In silenzio per 90 minuti su tappetini da yoga senza addormentarsi e soprattutto senza toccare o consultare il cellulare. Più di 100 persone si sono riunite durante il fine settimana a Seoul per un evento che è in parte una sfida fisica, in parte un'opera d'arte e in parte una tregua dalla società iper-competitiva. Il concorso annuale, una sorta di Olimpiadi del far niente chiamato Space-out, è giunto quest’anno alla sua decima edizione e premia chi è il migliore a non fare assolutamente nulla per un'ora e mezza.

La frequenza cardiaca dei partecipanti viene monitorata, mentre gli spettatori votano per i loro 10 concorrenti preferiti. Chi tra i 10 avrà la frequenza cardiaca più stabile si porterà a casa il trofeo. Tra i partecipanti c'era il pattinatore di velocità Kwak Yoon-gy, due volte medaglia d'argento olimpica. "Ho provato per le Olimpiadi cinque volte e non mi sono mai riposato adeguatamente mentre mi allenavo per 30 anni", ha detto il 34enne specialista di short track, che ha ottenuto il terzo posto. "Ho sentito che questo posto è dove posso schiarirmi la mente e riposarmi almeno durante questo periodo, quindi sono venuto qui pensando: 'Wow, questo è ciò di cui avevo così tanto bisogno.'" Più di 4.000 persone hanno chiesto di partecipare al concorso, organizzato dal governo della città. I 117 concorrenti selezionati andavano da un bambino di seconda elementare a persone sulla sessantina. Per molti partecipanti si è trattato di un modo per riprendersi dal burnout e dallo stress, spesso dovuto al lavoro.

"Di solito avevo molte preoccupazioni e stress, quindi ho fatto domanda per partecipare perché pensavo che sarebbe stato carino spazzare via le preoccupazioni distanziando la competizione", ha detto lo YouTuber 26enne Kim Seok- hwan. Il concorso Space-out è stato fondato da un'artista visiva, conosciuta con lo pseudonimo di Woopsyang, dopo aver sofferto di un grave esaurimento. L’ozio competitivo “ribalta la convenzione sociale secondo cui distanziarsi è una perdita di tempo nella società frenetica di oggi e la trasforma in un’attività preziosa”, ha affermato. “Questo concorso ti dice che distanziarsi non è più una perdita di tempo ma un tempo di cui hai davvero bisogno”. "Sebbene i concorrenti stiano fermi all'interno del luogo della competizione, il pubblico è in costante movimento", ha detto Woopsyang, aggiungendo che il suo obiettivo era quello di "creare un contrasto visivo tra un gruppo che non fa nulla e un gruppo che è occupato".

Da quando il primo concorso Space-out si è tenuto a Seul nel 2014, si è espanso a livello internazionale, con competizioni che si sono svolte in varie città come Pechino, Rotterdam, Taipei, Hong Kong e Tokyo. l concorso di quest'anno a Seul è stato vinto dall'annunciatore freelance Kwon So-a, che svolge molteplici lavori, e ha portato a casa una statuetta dorata a forma di scultura di Auguste Rodin "Il Pensatore". Non fare nulla fa “bene alla salute mentale e a quella fisica perché il tuo corpo deve rilassarsi, ma il tuo corpo può rilassarsi solo quando il tuo cervello si rilassa”, ha detto Kwon, 35 anni.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×