03 giugno 2020

Castelfranco

LA MADONNA DI LOURDES RICHIAMA TANTA GENTE IN OSPEDALE

L’iniziativa è legata al 150esimo anniversario dall’apparizione

| | commenti |

| | commenti |

Castelfranco - Larga partecipazione di pazienti e cittadini, ieri, alla celebrazione eucaristica per il passaggio della copia della Statua della Madonna di Lourdes nella cappella dell’Ospedale di Castelfranco.

Ha celebrato la messa don Lino Cusinato, vicario foraneo di Castelfranco; assieme a lui hanno concelebrato don Claudio Zuanon, cappellano dell’Ospedale, padre Francesco Pellizzer e don Giuseppe Busato. Erano presenti il direttore generale dell’Usl 8, Renato Mason, e la direzione strategica dell’Usl assieme ad alcuni direttori dell’ospedale.

Sono intervenuti il sindaco di Castelfranco, Maria Gomierato, e il presidente della Conferenza dei sindaci, Mario Frasson. La processione, che è iniziata alle 08,45, e la successiva Santa Messa sono state curate dall’Unitalsi di Treviso.

Terminata la cerimonia, fino alle 14 è stato un pellegrinaggio continuo alla cappella; intensa la partecipazione alla preghiera e alla recita del rosario. Alle 14, la copia della statua della Madonna è partita alla volta della Madonna delle Cendrole, dove monsignor Andrea Bruno Mazzocato, vescovo di Treviso, ha celebrato una messa.

La copia della statua era stata benedetta all’inizio di quest’anno da Papa Benedetto XVI e aveva quindi iniziato il suo pellegrinaggio in tutte le diocesi d’Italia. Per Castelfranco Veneto e per i pazienti del suo ospedale si è trattato di un evento unico, che oltre a sottolineare i 150 anni dall’apparizione della Madonna a Lourdes ha portato speranza e fiducia in tante persone afflitte da malattia.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

03/04/2012

SE IL CUORE DEI NEONATI NON FUNZIONA BENE

La Ginecologia-Ostetrica richiama molte donne per indagini diagnostiche specifiche durante la gravidanza capaci di evidenziare eventuali cardiopatiche congenite

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×