15/08/2022pioviggine e schiarite

16/08/2022parz nuvoloso

17/08/2022poco nuvoloso

15 agosto 2022

Castelfranco

«HA RITRATTATO PERCHÉ PRECARIA E CON TRE FIGLI A CARICO»

Si tratta della bidella che avrebbe assistito al pestaggio del ragazzo autistico. A dirlo l’avvocato della famiglia

| Matteo Ceron |

immagine dell'autore

| Matteo Ceron |

Castelfranco - Non se la sarebbe sentita di confermare la prima versione fornita riguardo il presunto pestaggio perché precaria e con tre figli a carico, di cui uno disabile. Si tratta della bidella che avrebbe assistito al pestaggio del ragazzo autistico ad opera del preside di una scuola media della Castellana. A riferirlo è l’avvocato Luciano Gazzola, legale della famiglia del ragazzo disabile, che riporta i contenuti della relazione prodotta dall’ispettore dell’Ufficio Scolastico Regionale nel periodo successivo alla denuncia del preside. “Per quanto riguarda il fatto delle botte da parte del preside – afferma l’avvocato Gazzola -, dalla relazione emerge una certa reticenza da parte delle persone chiamate a testimoniare. Un alunno aveva confermato il fatto, ma poi i genitori avevano preferito che la testimonianza non venisse inserita nella relazione ispettiva per paura che ci potessero essere degli effetti controproducenti. Venendo alla bidella che sarebbe anche intervenuta per fermare il preside, prima aveva detto di aver visto, ma poi non ha confermato la versione. Nella relazione si legge proprio che la bidella ha riferito all’ispettore di essere precaria, di avere tre figli di cui uno disabile e che quindi non se la sentiva di confermare la versione secondo la quale il preside avrebbe ripetutamente colpito il ragazzo”. E se fosse chiamata a testimoniare di fronte ad un giudice? “Le cose in sede dibattimentale cambiano completamente – puntualizza l’avvocato -. In sede penale la bidella avrebbe l’obbligo di rispondere e dire che cosa aveva visto. Quell’atteggiamento non potrebbe essere tenuto”. Nelle conclusioni della relazione si auspica ad un mutamento di incarico del preside, affidandolo ad un altro istituto. “Auspichiamo – conclude il legale – che i provvedimenti vengano presi a breve, prima della fine dell’anno scolastico”. MC

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×