09/08/2022parz nuvoloso

10/08/2022poco nuvoloso

11/08/2022poco nuvoloso

09 agosto 2022

Treviso

ABOLIZIONE DELLE PROVINCE: MURARO CONTRO BERLUSCONI

Il leghista al premier del PDL: "Dimentica quanto mi ha promesso?"

| |

| |

Treviso. “Berlusconi mi sembra si stia contraddicendo in questi giorni, parla di abolizione della Province, quando in un passato recente ha più volte promesso l’esatto contrario”. Il presidente della Provincia di Treviso e membro del direttivo Upi, Leonardo Muraro, si riferisce ad un incontro con il candidato premier della Pdl avvenuto alcuni mesi fa in una seduta del Parlamento del Nord. In quell’occasione fu proprio il leghista Muraro a rivolgere una domanda diretta a Berlusconi sulle future sorti dell’Ente provinciale ottenendo una rassicurazione in merito alle sue intenzioni programmatiche. “A ‘conferenza stampa’ Silvio Berlusconi una volta di più si è smentito” ribadisce Muraro.

“Comunque voglio ringraziare personalmente Roberto Maroni – dichiara Leonardo Muraro – perché ha espresso un concetto preciso: le Province non si toccano. Sappiamo bene che gli sprechi della politica vanno cercati altrove, sono altri gli Enti da eliminare".

"Comunque – conclude Muraro – mi auguro davvero che Berlusconi non abbia cambiato idea sull’importanza delle Province, visto che lui stesso ne ha fatte approvare 4 di nuove in Sardegna sotto il suo Governo. Concludendo, l’Italia deve ritrovare la sua brillantezza, il Nord in particolare. Per questo, piuttosto che cercare gli sprechi nelle Province, pensiamo ad attuare il Federalismo Fiscale e l’Autonomia”.

Interviente in merito anche il Presidente dell’Upi, Fabio Mellilli:“Sarà bene che i Presidenti di Provincia e ancor più i candidati alle elezioni provinciali del PDL spieghino al candidato Premier Silvio Berlusconi l’errore che si ostina a commettere nel definire enti inutili le Province italiane e nel sostenerne l’abolizione. Chi continua a sostenere l’abolizione delle Province nasconde con un’operazione demagogica la carenza di  proposte realistiche di riduzione dei costi del sistema burocratico del nostro paese e di una seria riforma della Pubblica amministrazione. In un paese nel quale negli ultimi anni sono proliferati a dismisura enti, agenzie e società che assumono decisioni rilevanti in ogni campo sottraendosi al giudizio degli elettori, sarà bene che le forze politiche passino dalla demagogia a soluzioni realmente efficaci”.

 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

05/05/2016

La Provincia non chiude

Il 18 maggio finisce il mandato Muraro. Cambierà poco in termini di competenze. Molto per i cittadini. Che non avranno più voce diretta

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×