18/06/2024pioggia e schiarite

19/06/2024velature lievi

20/06/2024poco nuvoloso

18 giugno 2024

Treviso

Lavoro, servono ingegneri, elettronici, fisici e informatici: torna l'Olimpiade della meccatronica per cercare talenti

Nel 2023 richiesti oltre 23.530 laureati “Stem” ma 7 volte su 10 non si trova il profilo ricercato

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

visita studenti Imesa

TREVISO - Dagli ingegneri industriali, elettronici e dell’informazione ai matematici, fisici, informatici, chimici-farmaceutici. Ma anche tecnici specializzati nelle nuove tecnologie per la meccanica, meccatronica e robotica. Nel 2023 la domanda di laureati “Stem” (Science, Technology, Engineering and Mathematics) da parte delle imprese in Veneto ha raggiunto le 17.700 unità, a cui vanno aggiunti 5.830 diplomati Its Academy per un totale di 23.530 profili ricercati (Unioncamere-Anpal: Excelsior, 2023). Ma in sette casi su dieci la selezione per questi profili si è rivelata molto complessa. La difficoltà di reperimento ha raggiunto picchi del 94% per specialisti in efficienza energetica, del 87% per tecnici superiori dell’informazione e del 68,1% della meccanica, 67,1% per matematici, fisici e informatici. Eppure i laureati nelle discipline scientifico-tecnologiche hanno un tasso di occupazione pari al 86% (Istat) e i diplomati addirittura superiore, al 92,2%.  

Sensibilizzare studentesse, studenti e docenti sull’importanza delle competenze trasversali e multidisciplinari, oltre a quelle tecniche e professionali, sempre più richieste dalle imprese, è l’obiettivo del Gruppo Metalmeccanico di Confindustria Veneto Est, il più numeroso e articolato (1.346 imprese associate e 83mila collaboratori), che torna a mobilitare gli Istituti tecnologici e professionali delle province di Padova, Treviso e per la prima volta Venezia e Rovigo per l’ottava “Olimpiade dei Talenti Meccatronici”, il contest nato per mettere in gioco saper fare, abilità e competenze di ragazzi e ragazze delle classi 3^ 4^ e 5^ di questi istituti e del biennio Its Meccatronico Veneto nel vivo dei contesti aziendali.

 Al termine di un percorso di 4 mesi di visite in azienda e webinar formativi, l’evento finale dell’Olimpiade si svolgerà giovedì 14 marzo, dalle ore 9 fino alle 17, al Centro Congressi BHR Treviso Hotel di Quinto di Treviso, in collaborazione con Imesa, leader nella produzione di impianti e macchinari per la lavanderia connessi e sostenibili. Un contest nato nel 2015 e diventato una best practice nazionale del connubio impresa, mondo della scuola e dell’orientamento. Parteciperanno 156 studenti suddivisi in 39 squadre provenienti da 19 Istituti tecnologici e professionali a indirizzo meccatronico, elettrico ed elettronico, informatico e automazioni delle quattro province e dall’Its Meccatronico Veneto. I ragazzi saranno chiamati ad eseguire calcoli, simulazioni, dimensionamenti e progetti concreti a partire dai contenuti della prova che sarà svelata in apertura. I docenti seguiranno invece un programma dedicato e laboratorio formativo. Nel pomeriggio la presentazione dei progetti e alle ore 16.30 la proclamazione dei vincitori e premiazione.  

“Il percorso avvincente di questi mesi e la risposta dei ragazzi e dei docenti sono un esempio di quella sinergia tra sistema educativo e imprese che dà un futuro ai giovani, alle aziende e ai territori - dichiara Antonella Candiotto, Presidente Gruppo Metalmeccanico Confindustria Veneto Est -. Grazie alla riforma dell’istruzione tecnico-professionale e degli Its, l’alta formazione tecnica sta diventando sempre più efficace, autorevole e attrattiva per i giovani, che sanno di poter contare su percorsi dal grande valore formativo e professionalizzante. Entrare in azienda, sperimentare come nasce ed evolve un prodotto, il lavoro di gruppo e l’innovazione, è un’esperienza coinvolgente che può aiutarli ad essere più consapevoli delle proprie competenze e di come migliorarle. La tappa di un percorso che ci vede impegnati, insieme agli insegnanti, per un più efficace orientamento dei ragazzi e soprattutto delle ragazze verso le competenze Stem, come un investimento per il loro futuro”.  

Sette gli istituti della provincia di Treviso che parteciperanno: Barsanti di Castelfranco Veneto, Engim Turazza di Treviso, Galilei di Castelfranco Veneto, Galilei di Conegliano, Lepido Rocco di Motta di Livenza, Scarpa di Motta di Livenza, Verdi di Valdobbiadene oltre all’Its Meccatronico Veneto con sedi di Montebelluna, Padova, Treviso, Venezia.  

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×