17/06/2024poco nuvoloso

18/06/2024sereno

19/06/2024sereno

17 giugno 2024

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, variante area Menarè: chi della giunta sapeva del ricorso?

L’interrogazione è stata depositata dal consigliere De Bastiani dopo che il punto era stato ritirato dall’ultimo consiglio

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Vittorio Veneto, variante area Menarè: chi della giunta sapeva del ricorso?

VITTORIO VENETO – Tre i quesiti: a quando risale il ricorso depositato al Tar, perché non è stato comunicato al vicesindaco che ha la delega agli affari legali e chi della giunta ne era a conoscenza. Sono queste le tre domande che Alessandro De Bastiani (Rinascita Civica) ha deciso di porre al sindaco Antonio Miatto con un’interrogazione depositata oggi, giovedì, in relazione alla variante urbanistica dell'area Menarè e all'azione legale pendente.

 

Le risposte saranno fornite nella prossima seduta consiliare dopo che la settimana scorsa, in consiglio, l’approvazione della variante urbanistica, dopo un’ora di discussione, per i 1500 metri quadrati di verde di via Menarè, da riclassificare in zona produttiva, era stata ritirata su proposta del consigliere di maggioranza Alberto Pagotto (Lega).

 

Nel corso della discussione in aula era emersa la presenza di un ricorso al Tar pendente mosso dagli ex proprietari del terreno di via Manarè contro il diniego alla retrocessione. Pur avendo spiegato che questo ricorso non è contro la variante, i consiglieri non si sono sentiti rassicurati. Ed hanno optato per il ritiro del punto, votato a maggioranza (unico astenuto il sindaco).

 

“Subito dopo l’illustrazione della proposta di deliberazione da parte della dirigente della pianificazione territoriale, la collega Balliana ha chiesto se sull’area oggetto di delibera fosse pendente un qualche ricorso al Tar Veneto, ricevendo risposta dalla dirigente che un ricorso effettivamente c'era, ma non riguardava la variante in discussione bensì una richiesta di retrocessione dell’area da parte dei proprietari cui l’area era stata espropriata in passato dal comune, per cui la delibera poteva essere discussa e approvata” ricorda De Bastiani. Parole che però non avevano rassicurato i consiglieri, che avevano chiesto chiarimenti sui possibili scenari per l’ente, non ricevendo in aula risposte esaustive. “Anomalo il fatto che in tutta la discussione su un argomento di tale portata politica ed amministrativa, non vi si stato alcun intervento da parte della giunta comunale” rileva poi De Bastiani, oltre ad evidenziare che il vicesindaco con delega agli affari legali non sarebbe stato a conoscenza del ricorso.

 

Nel frattempo il comune ha deciso di costituirsi in giudizio contro quel ricorso. La variante rimane al momento congelata in attesa del verdetto dei giudici.

 



 

 



foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×