21/05/2024pioggia

22/05/2024nubi sparse e temporali

23/05/2024pioggia debole e schiarite

21 maggio 2024

Nord-Est

"Suo figlio ha fatto un incidente, servono 7.000 euro per evitare l'arresto"

Truffa a una donna con la tecnica del 'finto' carabiniere, finisce in manette

|

|

VENEZIA - Un giovane è stato arrestato dopo aver truffato una 88enne con la tecnica del finto carabiniere. A mettergli le manette sono stati i veri carabinieri di San Donà di Piave che, in servizio per le strade della città, hanno visto un giovane scendere da un taxi e avvicinarsi alla porta di un'abitazione dal cui cortile è uscita un'anziana la quale gli ha consegnato un sacchetto che il malvivente ha riposto velocemente nel suo zaino.

A quel punto i militari sono intervenuti ma il giovane, accortosi della loro presenza, è fuggito attraverso i campi. Sul posto sono giunte altre due pattuglie che hanno individuato e fermato il fuggitivo.

Si è così scoperto che il giovane aveva contattato l'88enne presentandosi come un "maresciallo dei carabinieri di San Donà di Piave" dicendole che la figlia doveva presentarsi in caserma per una notifica e, in una seconda chiamata, che avrebbe dovuto pagare 7.000 di multa per evitare l'arresto.

La vittima, non avendo denaro con se, ha preso i suoi monili in oro per un valore di 40.000 euro che ha poi consegnato in una busta al malfattore. I gioielli sono stati recuperati, mentre il giovane è stato arrestato e nella convalida del provvedimento è stato condannato a due anni di reclusione e a 500 euro di multa per truffa aggravata in concorso.



 

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×