09/12/2023poco nuvoloso

10/12/2023pioggia debole e schiarite

11/12/2023velature sparse

09 dicembre 2023

Agenda

Reading dedicato alla letteratura di fiume, nelle sue più ampie e ardite declinazioni.

Il Veneto legge

Incontri - Presentazioni

quando 29/09/2023
orario Dalle 17:30 alle 19:00
dove Treviso
Casa Robegan, via Canova 38 - Treviso
prezzo Ingresso gratuito
info info@premiomazzotti.it
organizzazione Associazione Premio Letterario Giuseppe Mazzotti, Fondazione Mazzotti

Il Premio Letterario Gambrinus Mazzotti partecipa alla settima edizione 2023 della maratona di lettura regionale Il Veneto legge organizzando con la Fondazione Mazzotti l’appuntamento “Reading dedicato alla letteratura di fiume, nelle sue più ampie e ardite declinazioni” venerdì 29 settembre alle 17.30 a Treviso, a Casa Robegan (via Canova, 38), nuova sede della Fondazione.

Le letture proposte dagli attori – lettori Sara Giovannini e Giacomo Pierobon e da alcuni studenti degli istituti superiori trevigiani Liceo Ginnasio Statale “Antonio Canova”, Liceo Scientifico Statale “Leonardo da Vinci”, Liceo Statale “Duca degli Abruzzi”, Liceo Artistico Statale di Treviso e Istituto Tecnico Statale Giuseppe Mazzotti riprenderanno i temi del 60° anniversario del Vajont, del 60° anniversario dall’uscita di “Libera nos a Malo” di Luigi Meneghello, del 100° dalla nascita di Italo Calvino. Verranno proposti brani tratti da opere di Ulderico Bernardi, Antonio Giacomo Bortoluzzi, Ernest Hemingway, Claudio Magris, Giuseppe Mazzotti, Paolo Rumiz, Carlo Sgorlon e molti altri.

Concluderà il pomeriggio letterario l’intervento dello scrittore Antonio Giacomo Bortoluzzi che leggerà un brano tratto dalla sua ultima opera “Il saldatore del Vajont” (Marsilio Editori).

Bortoluzzi, vincitore nel 2017 del Premio Letterario Gambrinus Mazzotti nella Sezione Montagna con il romanzo “Paesi alti” (Edizione Biblioteca dell’Immagine), introdurrà il suo ultimo lavoro, presentato in anteprima nazionale a Pordenonelegge domenica 17 settembre.

Tra reportage e saggio, il libro racconta, attraverso gli occhi e il cuore di un saldatore, il paesaggio attuale che porta ancora i segni di quanto accadde il 9 ottobre 1963, ricordando anche il giorno dopo la tragedia, quando la notizia raggiunse il saldatore quand’era bambino.

 

L’ingresso è libero e gratuito.


Altri Eventi nella categoria Incontri - Presentazioni

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×