17/06/2024poco nuvoloso

18/06/2024sereno

19/06/2024sereno

17 giugno 2024

Cronaca

Case a un euro ad Ollolai, in Sardegna: arrivate oltre 1000 richieste da tutto il mondo

L’iniziativa del sindaco ha attirato moltissimi “nomadi digitali". La prima nuova abitante arriva dalla California

| Nausica Dal Cin |

immagine dell'autore

| Nausica Dal Cin |

Ripopolare i borghi e i piccoli paesi

Boom di richieste da tutto il mondo per il progetto “Work from Ollolai/Traballa dare Ollolai”, l’iniziativa promossa dal Comune di Ollolai, in provincia di Nuoro (Sardegna), insieme all’associazione culturale Sa Mata per ripopolare il paesino di 1200 abitanti.

Il progetto incentiva gli arrivi dei “nomadi digitali”, cioè di coloro che lavorano in smart working, proponendo case al prezzo simbolico di 1 euro al mese di affitto, a patto che le si ristrutturino e abitino. L’obiettivo è incrementare la popolazione e sviluppare una “rete di residenze” internazionali per tutti i tipi di professionisti che, vivendo nel paese, daranno una nuova spinta, anche economica, al territorio. 

Il progetto nasce dall’idea del sindaco Francesco Colombu, che prima ha aperto il bando all’America e poi lo ha allargato a tutto il mondo. E sembra proprio che l’iniziativa abbia successo perché tramite il portale dedicato sono arrivate al Comune oltre 1.100 richieste. Come riportato da ANSA, a questo proposito Colombu ha spiegato: ”Accoglieremo a braccia aperte tutti quelli che vorranno venire, naturalmente in base agli alloggi che abbiamo a disposizione. La loro presenza rivitalizzerà il paese, che offre natura, tranquillità, cibo sano, tradizioni e una comunità accogliente. Voglio ricordare anche che siamo una delle cinque blue zone del mondo (le zone della longevità ndr)". Anche la presidente di Sa Mata e direttrice del progetto Veronica Matta è rimasta stupita del boom di domande e al proposito infatti dice: “Certo non immaginavamo di ricevere più di 1000 richieste da tutto il mondo. Ci hanno scritto dal Perù, dal Messico, dal Sudafrica, dall'India, ma anche da tanti Paesi europei. Naturalmente non possiamo soddisfare tutti ma è certo che cercheremo di capire le potenzialità di questo settore".

La prima nuova abitante è la 39enne Clarese Partis, designer dell’agenzia User Experience e residente in California, che in un’intervista sempre ad Ansa dichiara: “Il mio obiettivo è quello di fare il mio lavoro ovunque mi trovi servendomi della rete e delle nuove tecnologie. Quando si è presentata l'opportunità di partire per Ollolai ero entusiasta di venire per godere di una nuova natura, delle montagne e dall'aria fresca. Ci sono da pochi giorni e ci starò un mese, ma devo dire che vivere qui è meglio di quanto mi aspettassi e l'accoglienza è stata calorosissima. C'è così tanto da esplorare in Sardegna e sono felice di immergermi all'interno dell'isola e nella sua cultura".

Il prossimo arrivo, previsto per la fine di settembre, è quello di una coppia di Singapore. Altre richieste arrivano invece per comprare casa a 1 euro: l’ultima, conferma Matta, è di un ambasciatore del Sudafrica.

 

 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Nausica Dal Cin

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×