25/02/2024pioggia e schiarite

26/02/2024pioggia debole

27/02/2024rovesci di pioggia

25 febbraio 2024

Cronaca

Incidente fra due auto. Chiara, 25 anni, esce dall'auto e chiama il fratello medico. Poi si accascia e muore

|

|

Incidente fra due auto. Chiara, 25 anni, esce dall'auto e chiama il fratello medico. Poi si accascia e muore

TARANTO - Ieri sera, intorno alle 19:30, sulla strada che collega Manduria a San Pietro in Bevagna, si è verificato uno schianto mortale tra una Fiat Panda e una Jeep, che ha portato alla morte di una giovane donna di 25 anni, identificata come Chiara Mazza.

La giovane era in viaggio nella Panda insieme ai suoi genitori quando l'incidente si è verificato. Il padre è stato gravemente ferito ed è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, mentre la madre, con ferite meno gravi, è stata portata al pronto soccorso dell'ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria.

La tragedia è avvenuta sotto gli occhi sgomenti dei genitori, i quali hanno assistito impotenti alla morte della figlia e alle ferite riportate in seguito all'incidente. Secondo alcune fonti locali, la giovane Chiara, dopo essere scesa dall'auto, ha cercato aiuto chiamando suo fratello, medico di professione. Tuttavia, prima che il soccorso potesse arrivare, la ragazza è crollata a terra e i tentativi di rianimarla da parte del personale del 118 sono risultati inutili.

Le cause dell'incidente sono ancora oggetto di indagine e sono state affidate al corpo di polizia municipale, che sta cercando di ricostruire gli eventi che hanno portato a questa tragedia.

La centrale del 118 di Taranto ha immediatamente attivato diverse ambulanze, poiché quelle più vicine erano già coinvolte in altre emergenze. I sanitari, compreso un medico giunto dalla postazione di Francavilla Fontana, hanno lottato a lungo per cercare di salvare la giovane Chiara. Purtroppo, non c'erano più speranze per la sua vita.

Sul luogo dell'incidente, le forze dell'ordine hanno dovuto intervenire per bloccare il traffico e consentire ai soccorritori di operare in sicurezza. Il distaccamento dei vigili del fuoco di Manduria ha inoltre rimosso le auto coinvolte per permettere la ripresa regolare della circolazione.

La comunità locale è stata profondamente scossa da questa tragedia, e la famiglia della giovane Chiara è stata colpita da una perdita insopportabile. La speranza è che le indagini sulla causa dell'incidente portino a una maggiore comprensione e adottino misure per prevenire futuri tragici eventi simili. Al momento, tuttavia, l'attenzione e le preghiere di tutti sono rivolte alla giovane Chiara e alla sua famiglia durante questo momento di dolore e lutto.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×