Le caprette e i maiali ai Palù di Moriago

Formaggi e insaccati genuini nell’azienda agricola Palù

| Sara Armellin |

immagine dell'autore

Sara Armellin | commenti |

MORIAGO DELLA BATTAGLIA - Che l’azienda agricola Palù sia a conduzione familiare lo si capisce fin dal cancello: il cortile di sassi è allegramente invaso da ruspe e trattori giocattolo, tricicli e carriole, tappetto elastico e biciclettine. Se riuscite a dribblare anche le gioiose scodinzolate di Sky e Kenya, due splendidi cucciolotti di cane, sarete accolti dal sorriso di Elisa Toffoli, mamma di due bambini e entusiasta proprietaria, insieme al compagno Davide Bertazzon, dell’azienda agricola Palù – così chiamata per la vicinanza alla famosa oasi verde di Moriago.

Le colline del prosecco incorniciano questa giovane e dinamica realtà agricola, nata dalla passione e dalla curiosità di Davide che, gran appassionato di insaccati, nel 2019 ha deciso di acquistare e restaurare un vecchio allevamento di vitelli per metterci dentro i “suoi” maiali. L’intento era di allevare ogni anno una ventina di suini, per potere realizzare ufficialmente una Piccola Produzione Locale.

Ma galeotto fu il lockdown: nella primavera funesta del 2020, viene a sapere che un conoscente vendeva una quarantina di capre: perché non ospitarle accanto ai maiali? Detto fatto, per la gioia dei figli Giovanni e Mattia. Elisa, impiegata amministrativa ma energica e curiosa di natura, si è iscritta all’Accademia di Arte Casearia e, secchi di latte fresco alla mano, ha iniziato a sperimentarsi come casara.

Risultato? Si è licenziata e ora segue in prima persona a tempo pieno l’azienda di famiglia. Davide munge mattino e sera, poi va sui campi a coltivare i 5 ettari di fieno, mais e soia e a lavorare conto terzi. Elisa, al mattino si dedica alla trasformazione del latte e alla cura degli animali; di pomeriggio, si dedica anche ai suoi bambini che scorrazzano entusiasti tra stalla e cortile.

Il piccolo punto vendita, che sorge accanto ai nuovissimi locali del caseificio e della cantina affinamento insaccati, accoglie piacevolmente i clienti che arrivano numerosi dai paesi vicini per acquistare robiole, brie, caciotte speziate, primo sale, formaggi stagionati, yogurt, panne cotte e budini tutti fatti con latte crudo di capra, e i celeberrimi insaccati di Davide – salami, salsicce, cotechini, soppresse, coppe, lonze, pancette.

Su prenotazione, lo spazio dell’azienda è disponibile per gruppi che vogliono trascorre una giornata all’insegna della genuinità, degustando i prodotti aziendali con somministrazione non assistita. Un modello semplice e funzionale di filiera corta a disposizione della comunità locale, che spesso e volentieri trascorre giornate serene dai Palù, spesso abbinando la passeggiata alla vicina area verde. Chiaramente tutti i giochi di Giovanni e Mattia sono a disposizione dei piccoli ospiti, comprese le scodinzolate e le leccate dei cani.

 



foto dell'autore

Sara Armellin

 

Agenda

Dello stesso argomento

In collaborazione con:

Con il supporto di:

Scrivi a Treviso a Tavola:

Scrivi alla Redazione Segnala un Evento

Grazie per averci inviato la tua notizia

×