08 aprile 2020

Vittorio Veneto

FIERA DI SANT'OSVALDO

Nel parco di villa Papadopoli ritorna la manifestazione della tradizione cenedese

| Claudia Borsoi | commenti | (3) |

| Claudia Borsoi | commenti | (3) |

FIERA DI SANT'OSVALDO

VITTORIO VENETO - Giunge alla sua quarta edizione, sotto la regia dell’Associazione Zheneda, l’Antica Fiera di Sant’Osvaldo, in programma domenica 1° agosto nei 30.000 m2 del Parco di Villa Papadopoli e Area Rossi.

La manifestazione, che fonda le sue radici nel ‘700, nacque per volere dell’allora Vescovo quale importante incontro per la comunità cenedese. Si svolgeva il 5 agosto di ogni anno nella piazza della Cattedrale: i contadini, che giungevano anche dai comuni limitrofi, potevano scambiarsi animali, in particolar modo buoi e uccelli. La fiera si svolse fino alla metà degli anni ’50 del ‘900, quando l’avvento dei motori sostituì il lavoro dei buoi nei campi.

Da quattro anni questa tradizione è stata fatta rivivere anche grazie all'azione congiunta dell'associazione con l'amministrazione comunale che, spiega l'ex sindaco Giancarlo Scottà, intervenuto oggi alla presentazione della manifestazione avvenuta in municipio, "vuole recuperare le antiche tradizioni locali che stanno scomparendo con iniziative, come questa, che facciano crescere la città".

Il prossimo 1° agosto nel parco di Villa Papadopoli e nell’area Rossi espositori di artigianato locale, produttori locali, allevatori si danno quindi appuntamento per far rivivere la prima fiera dedicata agli animali del vittoriese. 120 tra cavalli, muli, animali da cortile e asini (tra questi anche quelli del reparto salmerie degli Alpini di Vittorio Veneto), 527 gli uccelli per la 1^ edizione della gara del chioccolo, numerose possibilità di degustazione dei prodotti locali, 35 concorrenti per la gara regionale del boscaiolo. E questi sono solo alcuni numeri dell’antica fiera.

“Abbiamo ricevuto un riscontro positivo sia da parte dell’amministrazione, sia dai cenedesi – sottolinea Aldo Bianchi, presidente dell'Associazione Zheneda – e ci proponiamo anche quale momento didattico per i bambini, che in questa fiera avranno modo di apprendere da voci esperte varie nozioni legate al mondo degli animali e alla nostra tradizione. Da parte nostra un ringraziamento ai volontari di Insieme per Ceneda che curano con tanta passione il parco di villa Papadopoli”.

All'antica fiera interverrà anche Confu, la Confederazione Ornitologica Nazionale "Fiere Uccelli", che a livello nazionale coordina 82 fiere. "Il nostro impegno - spiega Zava, presidente Confu - è quello di riportare nella nostra terra le tradizioni di un tempo, come quando alle fiere si andava per vendere gli uccelli e i piccoli animali. Una particolare attenzione la dedichiamo alla didattica, con vari progetti promossi nelle scuole".

Programma completo della manifestazione nell'agenda ->>

 

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×