29 maggio 2020

Vittorio Veneto

VITTORIO MAGLIA NERA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

PD: «La nostra città è il fanalino di coda nella provincia di Treviso»

| Claudia Borsoi | commenti |

| Claudia Borsoi | commenti |

VITTORIO VENETO - La città conquista la "maglia nera" per la raccolta differenziata.

A sottolineare il negativo primato è il consigliere comunale Alessandro De Bastiani (in foto) che, classifica alla mano stilata da Legambiente sulla rivista Rifiuti Oggi, sottolinea come a Vittorio Veneto spetti una posizione da fanalino di coda tra i comuni della provincia di Treviso con più di 10.000 abitanti.

«Se la Provincia di Treviso è la più riciclona d'Italia (risultati ottenuti grazie al consorzio Priula) - sottolinea il consigliere del PD - la nostra città è il fanalino di coda di questa classifica. Un simile risultato è tanto più grave se pensiamo che prima dell'avvento delle amministrazioni leghiste Vittorio Veneto figurava ai primi posti della classifica nazionale per la raccolta differenziata. Un riconoscimento ufficiale - ricorda - avvenne durante una cerimonia a Roma dove la città, allora amministrata da Antonio Della Libera, ottenne un riconoscimento ufficiale. L'assessore competente era Giuseppe Botteon».

Se Vittorio Veneto si arresta con un 62% di raccolta differenziata, Carbonera e San Biagio di Callalta, prime in classifiche tra i comuni trevigiani con più di 10.000 abitanti, si attestano con, rispettivamente, il 79,8% e 83,89%.

«Con questo risultato - conclude il consigliere Alessandro De Bastiani - Vittorio Veneto ottiene una duplice maglia nera. Dopo quella di Legambiente, risultato negativo emerge anche dalla classifica stilata da SAVNO che porta Vittorio Veneto al 35° e ultimo posto facendoci scivolare da quel 64% registrato nel 1998 (la media di SAVNO era allora del 75,63%) al 62% di oggi».

Antonella Caldart (in foto), assessore all'Ambiente, conferma l'avvio della raccolta porta a porta in tutta la città dal prossimo 1° marzo 2011.

«Stiamo affinando il progetto tecnico e la proposta economica dalla Savno - spiega l'assessore - e una volta trovati gli accordi sulla proposta tecnica ed economica andremo in consiglio comunale».

Quale l'iter che porterà all'adozione del nuovo sistema di raccolta rifiuti? «Da settembre a dicembre ci saranno degli incontri informativi nei quartieri; successivamente si passerà alla distribuzione dei bidoni di cui ognuno dovrà dotarsi e tra gennaio e febbraio ci sarà l'ultimazione di tutti i dettagli. L'obiettivo - chiude l'assessore - è di partire con il porta a porta in tutta la città il 1° marzo perfettamente organizzati».

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

01/09/2017

All'Ecocentro borse ecologiche gratis

Iniziativa di comune e Veritas per incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Mogliano ne produce annualmente 12.500 tonnellate

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×