11/08/2022parz nuvoloso

12/08/2022nubi sparse

13/08/2022sereno

11 agosto 2022

Oderzo Motta

Beato Spessotto, sabato scorso pellegrinaggio a piedi da Basalghelle alla Basilica di Motta

Mentre il prossimo 4 settembre nuovo cammino a piedi a Pieve di Soligo sul tomba del beato Toniolo

|

|

il pellegrinaggio

MANSUÈ - A poche ore dall’annuncio ufficiale della comunicazione ufficiale della solenne beatificazione di padre Cosma Spessotto, il 22 gennaio 2022 a El Salvador, la diocesi di Vittorio Veneto ha vissuto un primo momento speciale di condivisione, di preghiera e di riconoscenza per il dono del nuovo beato religioso e missionario, martire per la fede, nella mattinata di sabato 28 agosto.

Infatti, a partire dalle 6 del mattino, e con avvio dalla piazzetta presso la chiesa parrocchiale di Basalghelle, si è svolto il tradizionale pellegrinaggio a piedi fino alla Basilica della Madonna dei Miracoli di Motta di Livenza, organizzato dalle parrocchie di Mansuè e Balsaghelle, proprio nel segno del nuovo beato padre Spessotto, ucciso nella chiesa San Juan Nonualco il 14 giugno 1980. La trentanovesima edizione del percorso di devozione popolare, nato per iniziativa del sacerdote, parroco e missionario farrese don Vittore De Rosso, quand’era guida pastorale proprio a Basalghelle, ha assunto quest’anno anche una speciale valenza diocesana, per il fatto di essere inserita nel calendario dell’iniziativa nazionale “Ora viene il Bello!” promossa insieme nella Chiesa di San Tiziano dall’ufficio per il tempo libero, turismo, pellegrinaggi e sport e dall’Istituto Beato Toniolo. Le vie dei Santi.

La novità e la felice coincidenza sono state salutate alla partenza dalla frazione di Mansuè da don Brunone De Toffol, parroco di Farra di Soligo e Soligo e direttore dell’ufficio diocesano, e da Marco Zabotti, direttore scientifico dell’Istituto Beato Toniolo, che hanno guidato il folto gruppo di pellegrini incamminatisi ancora con il buio, con destinazione Motta di Livenza, tra i quali erano presenti anche dei parenti del beato Spessotto, giunti da Dosson di Casier. Una prima sosta di letture e preghiere è avvenuta nelle immediate vicinanze della casa natale del beato Spessotto, una grande struttura colonica abbandonata da tempo che per don De Toffol potrebbe diventare ora, radicalmente ristrutturata, “un centro di spiritualità e di animazione pastorale al servizio di tutto il territorio”, così come lo stesso sacerdote aveva auspicato e sensibilizzato in passato. Significativo e suggestivo il passaggio dei fedeli attraverso le strade di campagna e i percorsi alternativi alla principali arterie dell’area opitergina e mottense, che ha visto poi aggregarsi la comitiva da Mansuè e un ulteriore tragitto fino alla conclusione al santuario di Motta di Livenza, dove il parroco di Mansuè, don Ugo Cettolin, ha presieduto la concelebrazione eucaristica.

Parole di fede, ammirazione e grande gioia per l’ormai prossima beatificazione di padre Spessotto e per la sua esemplare opera al servizi dei fratelli più bisognosi, fino al dono totale della sua vita a causa del Vangelo, sono state espresse dallo stesso don Ugo e da don Brunone, che ha pure ricordato commosso il suo incontro con il religioso francescano in occasione di una giornata missionaria. Molto felice per l’evento della beatificazione anche il rettore della basilica mottense, padre Mario Favretto, che ha ricordato il nuovo beato e ringraziato tutti al termine della messa, così come ha fatto Zabotti per i promotori. A seguire è stata celebrata la messa per i pellegrini giunti in gruppo a piedi a Motta anche qui come tradizione l’ultimo sabato di agosto dalle parrocchie di Codognè, Cimetta, Cimavilla e Roverbasso, presieduta dal parroco don Lucio Marian.

Continua con successo dunque l’iniziativa estiva “Ora viene il Bello” nella diocesi di Vittorio Veneto, dopo i primi tre eventi religiosi del 1° giugno, 31 luglio e 28 agosto. Il nuovo cammino a piedi è in programma sabato 4 settembre, nella ricorrenza della memoria liturgica del beato Giuseppe Toniolo: si partirà dalla chiesa di Santa Maria Nova a Soligo alle 7 del mattino, per raggiungere il Duomo di Pieve di Soligo dove sono custodite le spoglie mortali del grande sociologo ed economista cattolico beato. Qui la messa sarà celebrata alle ore 9.

Infine, appuntamento conclusivo con il “Pellegrino Dei” nel Santuario della Madonna dei Miracoli di Motta di Livenza venerdì 17 settembre alle ore 18, con la messa presieduta dal Vescovo Corrado Pizziolo.

 



Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

03/08/2017

"Padre Cosma presto Beato"

Questa la richiesta, votata all'unanimità, da parte del Consiglio comunale di Mansué, comune dove il religioso, martirizzato nel 1980, nacque nel 1923

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×