26 settembre 2021

Agenda

Caro Andrea.

Centorizzonti 2021 estate. Paesi e paesaggi come chicchi di melagrana

Spettacolo - Teatro - Cinema

quando 24/07/2021
orario Dalle 21:00 alle 23:00
dove Riese Pio X
Arena Margherita - Parco della Poesia
prezzo euro 10,00
info tel. 3711926476 - 3409446568, info@echidnacultura.it
organizzazione Echidna Associazione Culturale

Caro Andrea, …e adesso devo doppiarlo questo film che ho spericolatamente girato in inglese e tra i tanti problemi c’è anche quello del dialetto veneto”: iniziava così la lettera che il regista Federico Fellini indirizzava ad Andrea Zanzotto (Pieve di Soligo, 10 ottobre 1921 – Conegliano, 18 ottobre 2011) nel luglio del 1976 per chiedergli un contributo poetico per il suo film Casanova, alla quale in risposta il poeta scrisse Filò. Per il Casanova di Fellini. Caro Andrea è diventato anche il titolo di uno spettacolo con l’attore bellunese Sandro Buzzatti* e il Coro delle Cicale diretto da Giuseppina Casarin, che Centorizzonti estate 2021 – Paesi e paesaggi come chicchi di melagrana propone nell’anno del centenario del poeta originario di Pieve di Soligo all’Arena Margherita – Parco della Poesia dedicato a Zanzotto di Riese Pio X, Treviso, sabato 24 luglio alle 21.15,

Il giorno precedente, venerdì 23 luglio alle 21.15 nella piazza XI Febbraio di Castello di Godego, Treviso, invece, Centorizzonti estate 2021 propone lo spettacolo acrobatico Numbers dei cinque artisti kenioti The Black Blues Brothers: una performance travolgente, tra piramidi umane, acrobazie e salti accompagnati dalle musiche trascinanti del Blues Brothers, svelerà il talento del gruppo che ha avuto l’onore di esibirsi per Papa Francesco, che si è personalmente congratulato durante il Giubileo dello Spettacolo Viaggiante e Popolare, ed è stato ospite del Principe Alberto di Monaco. Inoltre gli artisti, invitati alla Royal Variety Performance, la storica trasmissione tv ideata dalla famiglia reale inglese, hanno ricevuto le lodi del Principe Carlo. La partecipazione è gratuita, la prenotazione consigliata.

Caro Andrea, sabato 24.07. Centorizzonti, ideato e curato da Echidna Associazione Culturale in co-progettazione con le competenze interne dei 12 Comuni che aderiscono alla rete culturale tra le Terre di Asolo, il Montegrappa e l’Area Castellana, in accordo di programma con la Regione Veneto, propone di scoprire e indagare il territorio e il paesaggio attraverso la lente dell’arte dal vivo e, in virtù di questa sua vocazione, non poteva non rendere omaggio a colui che è riconosciuto come “il cantore del paesaggio”. E il volumetto Filò. Per il Casanova di Fellini, che ebbe inizialmente l’aspetto minore di un libro d’occasione, è in realtà la quintessenza, magari in una forma piú cordiale rispetto ad altri libri, degli elementi chiave della poesia di Zanzotto.

“Caro Andrea” è l’incipit della lettera con la quale Federico Fellini chiede a Zanzotto un contributo poetico per il suo film Casanova e, in particolare, per la scena iniziale, in cui il popolo e le autorità veneziane invocano a gran voce la Divinità sommersa nelle acque (Recitativo Veneziano), e per la scena della gigantessa bambina di origine veneta, che si esibisce nel circo strampalato di una Londra immaginaria (Cantilena Londinese). L’opera di Zanzotto va ben oltre il compito e ci restituisce due quadri poetici di grande potenza evocativa, in cui si saldano miti profondi e sperimentazione formale. Ma è il terzo quadro, che ne consegue (Filò), a dare voce diretta al pensiero e alla ricerca del poeta: una parola che è avvenimento concreto, che riflette su di sé e sull’uomo, sospeso tra passato e futuro, con uno sguardo particolarmente allarmato nei confronti di un ambiente naturale che soffre; il tutto in una lingua che è nuova, creatrice, innestata sul dialetto di Pieve di Soligo.

Quella tra Andrea Zanzotto e Sandro Buzzatti è una radicata consuetudine, che si è consolidata con Filò, testo che l’attore veneto ha portato in scena nel 2008 e fu presentato in anteprima proprio al poeta per avere il suo benestare. Su questo solco nel 2021 ha visto la luce Caro Andrea, presentato al teatro Comunale di Belluno lo scorso maggio.

Sandro Buzzatti attraversa, con semplicità e sapienza, la complessità cristallina e fulminante della parola di Zanzotto, il messaggio che manda al mondo di oggi e di domani, e la grande meraviglia che la sua parola geniale sa suscitare. “Nel centenario della nascita di Andrea Zanzotto (1921- 2021) – spiega l’attore - ritroviamo la straordinaria energia della sua parola sempre così riconoscibile, inventiva ed incalzante, come nel Filò, espressa nell’amato dialetto del Quartier del Piave, la lingua madre mai abbandonata, il vecio parlar sempre reciso e mai morto, forte di un’espressività profonda e cangiante… come a voler significare che il solo dire poetico produce custodia e protezione per gli uomini che abitano la terra sotto il cielo”. Il coro femminile Le Cicale diretto da Giuseppina Casarin, da anni impegnata nei temi legati al mondo popolare veneto e friulano, regala nuove intensità e sfumature a questa parola. La regia è di Sandra Mangini, la drammaturgia sonora per Recitativo Veneziano di Antonella Talamonti, la musica per Cantilena Londinese di Giuseppina Casarin e il paesaggio sonoro di Paolo Pax Calzavara.

Biglietto euro 10,00, prenotazione obbligatoria: info@echidnacultura.it, tel. 3711926476 (orari ufficio), 3409446568 (il giorno di spettacolo); online su Eventbrite.it

In caso di previsto maltempo, lo spettacolo è rinviato a domenica 25 luglio alle ore 21.15 stesso posto.

*Sandro Buzzatti, autore, attore e regista, si è formato con Dario Fo (Milano, Palazzina Liberty) e Giovanna Marini (Nuovo canzoniere Italiano). Nella sua lunga carriera ha più volte approfondito il rapporto con la poesia, che cosidera “una di quelle cose di cui è impossibile fare a meno, ma decisamente scontrosa e fragile nella seduzione che alimenta, verso dopo verso, in chi ha la ventura di incontrarla nel proprio cammino.” Durante il suo cammino artistico ha approfondito grandi autori, tra i quali Dino Buzzati (Buzzatti interpreta Buzzati), Antonia Arslan, Alessandro Baricco e Andrea Zanzotto. Tra i suoi lavori cinematografici anche l’interpretazione del caporedattore de l’Unità in Vajont, diretto da Renzo Martinelli.


Altri Eventi nella categoria Spettacolo - Teatro - Cinema

Pieve di Soligo

26/09/2021 dalle 17:30 alle 24:00 - Via Guglielmo Marconi, 16 - 31053 Pieve di Soligo (TV)

QUI RIDO IO.

Pieve di Soligo

01/10/2021 dalle 21:00 alle 24:00 - Via Guglielmo Marconi, 16 - 31053 Pieve di Soligo (TV)

DUNE.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×