16 ottobre 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Il presidente nazionale dell'Avis in visita al Tempio del Donatore

Luogo simbolo di pace e altruismo, meta per oltre un milione di volontari

| Tiziana Benincà |

immagine dell'autore

| Tiziana Benincà |

il Presidente nazionale dell'Avis, Giampietro Briola

VALDOBBIADENE - L’Avis conta ben 3400 sedi su territorio nazionale, con oltre 1.300.000 donatori che soddisfano il 70% del fabbisogno del Paese. Una realtà associativa quindi di grande importanza che vanta un luogo simbolo proprio a Valdobbiadene: il Tempio del Donatore a Pianezze. Di recente, il Presidente nazionale dell'Avis, Giampietro Briola ha visitato il Tempio da poco tempo restaurato e riportato al suo splendore. 

“È bellissimo, un orgoglio per le associazioni del dono - ha commentatao Briola -. Finalmente questo simbolo di altruismo è stato restituito al culto, ma anche al ritrovo. Le varie collaborazioni e la grande determinazione dell’Odv Tempio e del suo presidente Gino Foffano, che ha sempre seguito personalmente i lavori, hanno portato alla riapertura in tempi brevi, nonostante la pandemia e molti ostacoli, andiamone fieri. Ora facciamo rivivere questo luogo e i suoi valori, venendo a visitarlo, riportiamo al Tempio i suoi donatori”.

Un tempio voluto nel 1958 dal Presidente Avis Valdobbiadene Giovan Battista Cecchella in un luogo caratterizzato dal versamento di sangue innocente nel corso della Prima Guerra Mondiale. L’amministrazione comunale di allora decise quindi di donare il terreno alla parrocchia e la posa della prima pietra si ebbe nel 1962. Oggi il Tempio è accessibile a tutti e rimane simbolo di pace e donazione: un dono che ogni giorno cura malati e salva vite umane.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Tiziana Benincà

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

immagine della news

01/08/2021

Carenza di sangue, l’appello di AVIS: "Doniamo adesso"

I dati nazionali indicano una flessione nella raccolta di globuli rossi. A rischio le terapie per i pazienti acuti e cronici. Il presidente Briola: «Prima di partire per le vacanze, prenotiamo la nostra donazione»

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×