21 settembre 2021

Sport

Altri Sport

Calcio a 5 / La Came vince di misura

Semifinale di andata Play Off: Came Dosson-Meta Catania 2-1. Oggi il secondo confronto

|

|

Calcio a 5 / La Came vince di misura

CASIER - Buona la prima per la Came Dosson che vince di misura la gara di andata delle semifinale Scudetto contro il Meta Catania.

Belsito e compagni sono stati bravi ad interpretare nel migliore dei modi le varie situazioni di gioco: è stata una gara molto equilibrata il cui esito lascia comunque apertissimo ed ancora incerto il passaggio alla finale.

La gara di ritorno si giocherà venerdì 18 con inizio alle ore 17.30 e diretta su PMG Sport Futsal: mjister Rocha potrà contare ancora su tutti i suoi giocatori, l’unica incognita riguarda le condizioni di Espindola che ha subito una distorsione al ginocchio durante la gara di oggi.

La cronaca. Primi minuti di gara con le due squadre un po’ bloccate evidentemente perché sentono il peso della gara. Dopo i primi minuti di studio ci pensa la Came a rompere l’equilibrio iniziale: imbucata di Ugherani per Dener che arretrando calcia di prima senza impensierire Mambella che blocca sicuro; ancora scatenato poco dopo il pivot brasiliano che fugge sulla sinistra con un numero di prestigio e calcia anticipando l’uscita di Mambella ma la palla esce abbondantemente a lato. La reazione del Meta è affidata a Josiko ben lanciato solo davanti a Pietrangelo che esce puntuale e prende  una conclusione chirurgica sul secondo palo.

Il Meta prova a reagire ma è ancora la Came a rendersi pericolosa con alcune conclusioni dalla distanza di Dener e Grippi che impegnano il portiere dei siciliani.

Nei minuti che precedono l’intervallo si alzano i ritmi e le emozioni non tardano ad arrivare. Accelerazione di capitan Musumeci sulla sinistra che arriva al tiro da buona posizione ma la retroguardia biancoblu respinge in doppia battuta; i biancoblu avrebbero l’opportunità di portasi sul doppio vantaggio subito dopo con Bertoni che riceve a centro area da Japa ma Mambella esce puntuale e respinge; dal possibile doppio vantaggio arriva invece la rete del Meta propiziata da Venanzio che serve Messina che di sinistro realizza con bel tiro all’incrocio dei pali per l’1-1 su cui finisce il primo tempo.

La ripresa si apre col palo di Japa che riceve da Grippi e col piattone centra il legno a Mambella battuto. Sorte simile pochi minuti dopo per il Meta che ha l’opportunità di passare in vantaggio ma il pallonetto di Musumeci a scavalcare Pietrangelo colpisce la traversa, dopodichè la palla carambola prima su un palo e poi sull’altro prima di essere allontanata dalla retroguardia biancoblu. La partita si distingue per fasi di relativa tranquillità ed improvvise fiammate che accendono la gara, come l’iniziativa di Dener che lavora molto bene un pallone spalle alla porta e dopo essersi girato impegna col mancino Mambella.

E’ l’ultimo intervento del portiere dei siciliani costretto a lasciare il campo poichè espulso in seguito ad un tocco di mano fuori area: sulla successiva punizione Murilo sorprende il neoentrato Dovara e riporta in vantaggio i biancoblu.

Nei minuti successivi la Came amministra bene il vantaggio e limita al massimo le sortite offensive degli avversari che si rendono comunque pericolosi in un paio di occasioni con Venanzio, Suton e Baisel: Pietrangelo e compagni si dimostrano all’altezza e mantengono il vantaggio fino alla sirena.

 

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×