14 giugno 2021

Mogliano

Il giallo della morte improvvisa dei pesci a Rio Serva a Zerman

Il Sindaco rassicura: “morti naturali non causate da inquinamento”

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

La moria di pesci trovata nelle acque del Rio Serva

MOGLIANO VENETO – Nei giorni scorsi diversi cittadini di Zerman hanno segnalato la presenza di un considerevole numero di pesci morti lungo il Rio Serva tra Mogliano e Preganziol.

La preoccupazione principale dei zermanesi, condivisa sui gruppi social della Città, era che la causa dei decessi potesse risalire a un inquinamento delle acque. Preocupazione non del tutto campata in aria, dal momento che alcuni avevano notato la presenza di una schiuma di origine non nota.

Per far luce sulla questione, la polizia locale, capitanata da Stefano Forte, e gli specialisti dell’Arpav hanno svolto tutti i rilievi di rito, constatando che la causa della moria non è attribuibile a un inquinamento ambientale ma a morte naturale.

“I pesci che si sono trovati morti domenica probabilmente erano morti da qualche giorno nelle acque più a Nord – spiega il sindaco con delega all’ambiente Davide Bortolato – sono poi stati trascinati dalla corrente fino ad arrivare a Zerman, luogo in cui ci siamo accorti dell’accaduto.

Ci tengo a rassicurare tutta la cittadinanza sul fatto che le acque sono limpide. La morte dei pesci, infatti, è stata causata dall’abbassamento del livello dell’acqua, dovuta alle poche precipitazioni di questo periodo, che li hanno di fatto soffocati.

Le carcasse sono state comunque recuperate subito”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×