15 maggio 2021

Oderzo Motta

Ponte di Piave, dopo 42 anni va in pensione Anna Narder

Era la responsabile dell'ufficio Anagrafe del Comune, continuerà a collaborare gratuitamente fino al prossimo anno

| Angelo Giordano |

| Angelo Giordano |

Anna Narder, a sinistra, col sindaco Paola Roma

PONTE DI PIAVE - Anna Narder, responsabile dell’Ufficio Anagrafe del Comune di Ponte di Piave, va in pensione dal 1° marzo 2021.

Ha iniziato a lavorare in Comune nel 1979 ed è stata per 42 anni un punto di riferimento per l’anagrafe cittadina fino a ricoprire l’incarico di Responsabile dei Servizi Demografici (Anagrafe, Stato Civile ed Elettorale).

Tanti i Sindaci e le Amministrazioni, inclusa l’attuale, che si sono avvicendate e con le quali ha operato.

“L’impegno e la dedizione - ha dichiarato il Sindaco Paola Roma - hanno contraddistinto il prezioso lavoro di Anna: disponibile, ha operato con spirito di abnegazione, prodigandosi a favore della comunità con senso di responsabilità.

Voglio ricordare in particolare il ruolo svolto nella gestione sinergica con la Polizia Locale durante le varie emergenze Piave, e non da ultima la disponibilità data nel coordinamento con la Prefettura e le forze dell’ordine per la collocazione dei seggi elettorali al di fuori delle aule scolastiche nel rispetto delle norme anticontagio.

La preziosa collaborazione non termina con il collocamento a riposo; Anna Narder ha infatti dato disponibilità all’Amministrazione comunale, accettando un incarico di collaborazione con l’ufficio , a titolo gratuito, fino a febbraio 2022.

A nome dell’Amministrazione Comunale – conclude Roma – esprimo tutta la mia gratitudine alla dipendente Anna Narder per lo spirito di appartenenza e dedizione con cui ha svolto il suo lavoro a servizio della comunità pontepiavense “.
 

 



Angelo Giordano

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×