18 settembre 2021

Treviso

Veneto, Nas ricevono atti su vaccini

Dg Flor a colloquio per 4 ore. Zaia, bene indagine Perugia

|

|

VACCINI, NAS

TREVISO - Arriva a toccare anche il Veneto, come si prevedeva da ieri, l'inchiesta aperta dalla procura della repubblica di Perugia sulle procedure per l'acquisto di vaccini anti-Covid al di fuori dei canali istituzionali comunitari. Stamani, il dg della sanità regionale, Luciano Flor, ha incontrato per quattro ore circa i Carabinieri del Nas di Treviso - che operano su delega della procura umbra - fornendo informazioni sui passi effettuati dalla Regione nei giorni scorsi.

 

Il presidente Luca Zaia ha precisato che una segnalazione era stata fatta ai Nas proprio dal Veneto, tramite Flor, il 12 febbraio, e riguardava la lettera inviata dalla Regione ad Aifa per l'autorizzazione a muoversi sul mercato. "Bene l'inchiesta dei Nas - ha commentato Zaia -. Sono molto ansioso di vedere l'esito delle verifiche". Contatti ci sono stati anche tra il presidente veneto e il suo ex assessore alla sanità e attuale assessore dell'Umbria, Luca Coletto.

 

"Ci siamo sentiti - ha spiegato Zaia - e Coletto mi ha detto 'anch'io non so nulla'". "Il Veneto sta facendo tutto - ha dichiarato oggi Coletto - alla luce del sole; ha informato Aifa e il commissario Arcuri. Conoscendo Zaia, sono certo che non solo ad adottato tutte le misure, ma anche le contro-misure necessarie. Non ho dubbi. Tanto è vero che anche noi come Umbria ci siamo 'accodati' se veramente vi fosse la possibilità di acquistare legalmente vaccini aggiuntivi. Proprio ieri è partita la lettera della presidente Tesei alla Regione Veneto".

 

Intanto è tornata sui livelli delle scorse settimane la 'curva' dei contagi in regione: il report quotidiano segnala 657 nuovi casi in 24 ore, che portano il totale a 324.545. Sono 32 invece i decessi, con il totale a 9.683. Prosegue la discesa dei dati ospedalieri, con 1.241 pazienti nei reparti non critici (-49 da ieri) e 133 ricoverati in terapia intensiva (-2). L'incidenza del virus sui tamponi effettuati è del 2.40%. "Il virus non se ne è andato - ha ribadito Zaia ai giornalisti - io sono molto preoccupato. Da noi il rischio è basso ma ormai siamo circondati da regioni che stanno peggio di noi". Per la prossima settimana, comunque, il Veneto dovrebbe rimanere in zona gialla.

Acquisiti da pm Perugia documenti in indagine vaccini
PERUGIA - Acquisiti dalla procura di Perugia i primi documenti nell'ambito dell'indagine che punta ad accertare se per i vaccini Covid esista una sorta di mercato parallelo a quello ufficiale. Accertamenti condotti dai carabinieri del Nas e coperti dal massimo riserbo. Gli inquirenti avrebbero comunque prelevato alcuni documenti presso la Struttura commissariale per l'emergenza Covid e all'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco. Materiale ora al vaglio degli inquirenti coordinati dal procuratore della Repubblica Raffaele Cantone e dal sostituto Gennaro Iannarone.

 



Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×