21/02/2024nubi sparse

22/02/2024pioviggine

23/02/2024pioggia

21 febbraio 2024

Politica

Sorveglianza e braccialetto elettronico per il leader di Forza Nuova Castellino

|

|

leader romano di Forza Nuova, Giuliano Castellino

ITALIA - Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, aggravata dall'obbligo di soggiorno nel Comune di residenza, con braccialetto elettronico per il leader romano di Forza Nuova, Giuliano Castellino. "Cosa posso dire? Per me è una medaglia, continuerò la mia lotta per le libertà" commenta Castellino, parlando con l'Adnkronos, a proposito misura proposta nei suoi confronti dal Questore di Roma contestualmente alla notifica del decreto di fissazione udienza per il 18 gennaio.

 

"Non avrò il sostegno di cantanti, attori, gente dello spettacolo o politici, come è stato per i manifestanti in presidio contro lo sgombero del Cinema Palazzo, perché in Italia se non sei di sinistra non puoi avere il sostegno di qualcuno. Ma quello che mi sta accadendo è vergognoso, credo sia la prima volta in Italia che viene chiesta la sorveglianza speciale, l'applicazione del braccialetto elettronico e il divieto di possedere e usare un telefono".

 

Castellino, che dopo anni di detenzione aveva terminato la sorveglianza speciale lo scorso 28 maggio, ha partecipato alle manifestazioni contro i lockdown del 28 e 29 ottobre. La misura della sorveglianza speciale e del braccialetto elettronico è stata proposta dal Questore Carmine Esposito "in considerazione della pessima condotta attuale e reiterata - si legge nel provvedimento notificato oggi - l'assidua e inequivocabile frequentazione di soggetti gravati da pregiudizi penali, verificata la fondatezza di tutti quei requisiti che determinano la sussistenza di una pericolosità sociale attuale e concreta".

 

Ma non solo. Alla misura, che durerà "un congruo periodo al fine di consentire una mirata azione di controllo", si aggiunge per Castellino il divieto di partecipare a pubbliche riunioni per le quali sia richiesta l'autorizzazione dell'Autorità, possedere e usare telefoni cellulari, apparati di comunicazione radiotrasmittenti, software o altro. Necessaria, secondo quanto disposto dal Questore di Roma, anche l'applicazione, "previo consenso della persona interessata", del braccialetto elettronico.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×