A Cappella Maggiore c'è il mercato a "km 0"

In programma ogni sabato, rigorosamente al pomeriggio. E solo con prodotti certificati

immagine dell'autore

Giampiero Rorato | commenti |

FREGONA - “Volevamo ravvivare il paese e, nel contempo, far conoscere i prodotti agroalimentari caratteristici del nostro territorio attivando un mercato agricolo settimanale.

Sostenuto dal sindaco d’allora, Mariarosa Barazza, in un primo momento ho visitato un buon numero di aziende agricole e orticole e degli artigiani trasformatori di prodotti della terra, per conoscere il loro parere e, constatato che la nostra proposta trovava la loro convinta adesione, il Comune ha preparato un regolamento e indetto il Mercato agricolo settimanale che si tiene nello spiazzo davanti alla Pagoda, vicino alla chiesetta d’epoca longobarda, ogni sabato pomeriggio.”

È l’assessore comunale Flavio Cillo a raccontare la genesi di questo mercato agricolo, ormai consolidato, cui partecipano numerose aziende agricole dell’area pedemontana e del vicino pordenonese, alcune sempre presenti, altre invece si alternano poichè partecipano quando la produzione di stagione è pronta.

Quali prodotti si trovano in questo mercatino?

“Innanzitutto l’olio extravergine d’oliva del nostro frantoio, prodotto dalla Cooperativa Reitia con le olive dei soci che risiedono sia a Cappella Maggiore che nei comuni vicini, poi abbiamo una buona varietà di ortaggi e di frutta di stagione, diverse tipologie di formaggi e latticini sia vaccini che pecorini e caprini, salumi e carni suine e di animali da cortile, confetture e sughi vari, zafferano, curcuma, farina di mais storici, gallette di mais, uova, lumache, birra artigianale e altro ancora.
Sono tutti prodotti genuini, ottenuti secondo le normative igienicosanitarie vigenti, molto apprezzati da chi viene ad acquistarli, anche perché ormai molte persone vanno anche a trovare i produttori nelle loro aziende e quindi ormai sanno tutto come nascono e come vengono conservati.”

E come ha risposto la gente?
“Devo dire molto bene. Ci sono ormai dei clienti fissi che arrivano ogni sabato e fanno la spesa e c’è gente del paese e dalla zona d’attorno, come anche da lontano, da Vittorio Veneto e dai vicini comuni del pordenonese, perché questo è un mercato abbastanza unico, ricco di proposte e libero, non legato ad associazioni o organizzazioni di categoria ed è aperto a tutti, nel pieno rispetto delle regole igienico- sanitarie e delle regole imposte dalla pandemia in atto.”

L’orario del mercato?
“Lo organizziamo sempre di sabato pomeriggio. D’estate (maggio-settembre), dalle ore 16 alle 19 mentre nel periodo ottobre- aprile dalle 14,30 alle 17,30, quindi siamo quasi pronti per l’orario invernale.”
 

 



foto dell'autore

Giampiero Rorato

 

Agenda

Dello stesso argomento

immagine della news

27/10/2008

VINERIA A KM 0

Il vice presidente della Regione, Franco Manzato, mercoledì darà il riconosciemnto al locale trevigiano

In collaborazione con:

Con il supporto di:

Scrivi a Treviso a Tavola:

Scrivi alla Redazione Segnala un Evento

Grazie per averci inviato la tua notizia

×