05 giugno 2020

Montebelluna

Ok all’esproprio per realizzare l’atteso “Passaggio Tirindelli”

Da 50 anni a Montebelluna si aspetta quest’opera

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Municipio di Montebelluna

MONTEBELLUNA – Il diaframma tra via Silvio Pellico e piazza Oberkochen che da decenni spezza in due il percorso Tirindelli è oramai prossimo all’apertura con l’accordo tra Comune e privati di procedere all’esproprio con l’acquisizione della servitù di passaggio che permetterà di portare a compimento il percorso pedonale e ciclabile di collegamento tra il sistema delle piazze del centro: a breve la progettazione ed i lavori necessari.

“Cadrà quindi a breve il diaframma che separa il sistema delle piazze del centro storico progettato dal Dall’Armi dalle nuove piazze Oberkochen e Corte Maggiore – spiega il sindaco Marzio Favero -. Prenderà corpo in maniera definitiva il progetto di riqualificazione del centro che avevamo denominato progetto Arcipelago e troverà soprattutto completamento quell’asse di collegamento per la mobilità leggera che dalla stazione dei treni lambisce piazza Vienna, attraversa il parco Manin, piazza Aldo Moro, piazza D’annunzio, Marconi, piazza Petrarca, piazza Oberkochen e Corte Maggiore per arrivare fino al Duomo”.

Il primo cittadino quindi conclude: “Si tratta di un itinerario progettato 50 anni fa dall’architetto montebellunese Alessandro Tirindelli con un’idea urbanisticamente poderosa. È bene che i cittadini sappiano che devono molto a questo professionista schivo che per primo avanzò l’idea ardita di pedonalizzare il centro storico della città. In questo modo cambieranno i percorsi commerciali dell’emporio montebellunese e troverà maggior senso il parcheggio interrato al comparto 5”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

immagine della news

03/06/2020

Due facce della stessa medaglia

A Montebelluna mentre gli alpini ripuliscono la scalinata che porta a Santa Maria in Colle viceversa alcuni incivili gettano incuranti mascherine e guanti nei luoghi pubblici

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×