02 aprile 2020

Benessere

Cosa cucinare con la pentola a pressione?

| commenti |

| commenti |

Cosa cucinare con la pentola a pressione?

State pensando di acquistare una pentola a pressione (avete già dato un’occhiata a cucinareoggi.it?) oppure ne avete già una e non sapete come utilizzarla in maniera diversa dal solito? Potrà sorprendervi sapere che ci sono davvero tante ricette da realizzare con questo utensile tanto gettonato.

 

Via libera alle verdure!

Se le amate perché vi piace nutrirvi con minerali e vitamine di prima qualità oppure volete prepararle per ricette più elaborate, le verdure fanno sicuramente parte della vostra alimentazione. Bollite o in padella, sono sempre un ottimo contorno o possono far parte di piatti prelibati, tipici di un sano e corretto stile di vita. Il grande vantaggio di utilizzare la pentola a vapore sta proprio nel poter scegliere se bollire le verdure con il metodo tradizionale, mettendole nell’acqua, oppure se cuocerle nel cestello apposito, da porre in cima all’utensile. Il procedimento è davvero molto semplice: basta riempire la pentola di acqua, tagliare la verdura a pezzi, metterla nel cestello e poi chiudere il coperchio. Non appena sentirete il tipico fischio, considerate un tempo che non superi i cinque minuti, se desiderate mangiare zucchine e ortaggi in generale ben croccanti. Il lato positivo sta nell’assicurarsi tutte le proprietà nutrizionali intatte, perché neppure un minerale verrà a perdersi, visto che non le metterete a mollo nell’acqua. In generale il tempo di cottura è breve, quindi non dovrete aspettare più di tanto per mettervi in tavola!

 

Il minestrone e le vellutate

Sempre in tema di verdure, è possibile preparare un buon minestrone in meno tempo, grazie all’utilizzo della pentola a pressione. Una volta riempita con circa 500 ml di acqua, vi si dovranno aggiungere i legumi, gli ortaggi e le verdure che si desidera trasformare in una buona zuppa. Via libera quindi alla zucca, alla zucchina, alla patata, alle carote e, perché no, a lenticchie e fagioli. Chiudete poi il coperchio, mettete la pentola sul fornello e aspettate che emetta il fischio: a questo punto dovranno trascorrere circa 15 minuti per avere il piatto pronto. Oltre al minestrone, potrete ottenere anche una buona vellutata di verdure: usate il frullatore a immersione per rendere il composto liquido ma dalla buona consistenza. Potrete aggiungere del buon parmigiano, dell’olio oppure anche del pepe, per renderla ancora più appetitosa.

 

I legumi

I legumi sono essenziali nell’ambito di una sana alimentazione: ceci, lenticchie, fagioli e così via, sono tutti ottimi da mangiare da soli oppure in abbinamento a verdure e pesce. Tuttavia la loro cottura richiede un bel po’ di tempo: come fare se non se ne ha a disposizione? Semplice, con la pentola a pressione. Il procedimento è lo stesso di sempre: i legumi devono essere messi a bagno, meglio se con un po’ di bicarbonato, per risultare morbidi e quindi più facili da cuocere. Nel caso delle lenticchie, per esempio, sarà sufficiente un’ora, mentre per i ceci almeno due o tre. Dopo di che sarà necessario sciacquare l’alimento sotto l’acqua corrente e metterlo nella pentola a pressione con una quantità d’acqua pari al doppio del suo peso. Chiudete il coperchio e mettetela sul fuoco: quando parte il fischio attendete dai 18 ai 20 minuti prima di spegnere la fiamma, perché solo allora saranno pronte. Per i ceci sarà necessario attenderne circa 30, ma considerate che è bene assaggiare ogni tanto, per verificare che la cottura sia quella desiderata. Per esempio, se desiderate creare l’hummus, potreste volerli più morbidi, così che siano più facili da frullare.

 

L’arrosto

Si tratta di un piatto davvero appetitoso, ma che richiede tanto tempo per cuocere: parliamo dell’arrosto, di maiale, vitello o pollo che sia, sempre abbastanza complicato da realizzare se non si ha a disposizione una mezza giornata. Occorrerà prima rosolare per bene la carne, poi sfumarla con del vino bianco e infine aggiungere l’acqua fino al punto in cui viene indicato dalla pentola (ovvero fino alla tacca). Aggiungete il sale e chiudete il coperchio: dal momento del fischio della valvola, attendete una mezz’ora prima di toglierlo e far uscire il vapore. Il tempo che occorrerà sarà quindi molto inferiore a quello con il metodo di cottura tradizionale.

 

Il pesce

Anche il pesce può essere cotto molto velocemente grazie alla pentola a pressione: pensate al polpo, che è abbastanza duro e che quindi richiede almeno 40 minuti per essere preparato a dovere. Utilizzando questo utensile, invece, basterà prepararlo, inserirlo al suo interno, magari contornato da spezie e aromi, coperto d’acqua e chiuso con il coperchio. Dal momento del fischio, basterà considerare circa 20 minuti, quindi ben la metà del tempo canonico per rendere morbido e succoso il polpo.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×