02 luglio 2020

Italia

Coronavirus e mascherine, cosa c'è da sapere

|

|

Coronavirus e mascherine, cosa c'è da sapere

Mascherine oggetto di polemiche fra governo e regioni in tempi di emergenza coronavirus. Ma servono davvero a proteggersi? Non se si è sani, almeno secondo gli esperti. A ricordarlo oggi è stato Walter Ricciardi, componente italiano del Comitato esecutivo dell'Oms, nominato consigliere del ministero della Salute e coordinatore delle relazioni con gli organismi sanitari internazionali.

 

"Le mascherine - ha detto - non servono a proteggere le persone sane, servono a proteggere le persone malate" e "i sanitari". Quelle di garza che vanno a ruba, ha spiegato ancora Ricciardi, "servono come misura di precauzione. Quelle sofisticate, che hanno dei filtri, servono a proteggere gli operatori sanitari".

 

Dal canto suo, l'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di indossare una mascherina solo se si sospetta di aver contratto il nuovo coronavirus e laddove siano presenti sintomi quali tosse o starnuti o se ci si prende cura di una persona con sospetta infezione. L’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus, ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. In caso si decidesse comunque di indossarle, ci sono delle regole ben precise per metterle e per toglierle.

 

A dettarle è il Ministero della Salute: prima di indossare la mascherina, lavarsi le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica, coprire bocca e naso con la mascherina assicurandosi che aderisca bene al volto, evitare di toccare la mascherina mentre la si indossa ma, se toccata, lavarsi le mani. E ancora: quando diventa umida, bisogna sostituirla con una nuova e non riutilizzarla, le maschere sono infatti monouso. Non è utile, inoltre, indossare più mascherine sovrapposte. Per toglierla, la mascherina va presa dall’elastico senza toccare la parte anteriore; gettarla, infine e immediatamente in un sacchetto chiuso e lavarsi le mani.

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×