21 settembre 2020

Treviso

"Siamo della polizia locale": entrano in casa e rubano i soldi. Occhio alle truffe natalizie

Utilizzando delle sostanze chimiche hanno diffuso un forte odore sulfureo, convincendo due anziani a mettere soldi e gioielli in frigo

| Matteo Ceron |

immagine dell'autore

| Matteo Ceron |

truffa

TREVISO – Hanno suonato alla porta di una coppia di anziani presentandosi come agenti della polizia locale, esibendo un falso tesserino, e quindi sono entrati in casa. Una volta dentro, i due finti vigili hanno carpito la fiducia degli anziani ed hanno asserito di dover effettuare delle verifiche sull’inquinamento e sulla potabilità dell’acqua.

 

Utilizzando delle sostanze chimiche hanno quindi diffuso un forte odore sulfureo, convincendo gli anziani che fosse necessario mettere il denaro ed i monili in oro che avevano in casa all’interno di una busta sigillata in frigorifero, che altrimenti si sarebbe irreparabilmente danneggiato.

Dopo pochi istanti, approfittando di un momento di distrazione della coppia, i due finti agenti si sono allontanati con la busta che era stata posta in frigorifero.

I fatti si sono verificati ieri pomeriggio verso le 15, i due anziani vivono nella zona di Santa Maria del Rovere a Treviso.

 

Solo dopo i due anziani si sono resi conto di essere stati truffati ed hanno chiamato la polizia. Sul posto, oltre alle volanti, è giunta anche la polizia scientifica e sono in corso indagini da parte della squadra mobile finalizzate ad identificare i colpevoli.

 

“Alla luce dell’evento – avvisa la Questura di Treviso con una nota - anche in vista del periodo natalizio, si invita tutta la cittadinanza a prestare particolare attenzione e a non aprire la porta di casa a soggetti non identificabili, chiamando il numero di emergenza 113 in caso di dubbi, ricordandosi che nessun ente pubblico invia del personale a casa senza un formale preavviso e che, soprattutto, nessun operatore può riscuotere denaro per conto di un’amministrazione pubblica”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×