14 agosto 2020

Conegliano

Conegliano, "Piano degli interventi in contrasto con il riconoscimento Unesco"

L'interpellanza del consigliere Pd Gianelloni

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Conegliano,

CONEGLIANO - Conegliano è parte del territorio candidato a patrimonio dell’Unesco, ma il Piano degli Interventi della città sembra non tenerne conto.

 

La denuncia arriva direttamente dal consigliere Isabella Gianelloni, che sul punto ha presentato un’interpellanza. L’esponente dem ricorda che il 25 luglio 2016 è stato firmato un protocollo d’intesa tra la Regione Veneto e i comuni che rientrano nell’area candidata a patrimonio dell’umanità: la finalità era quella della salvaguardia e della tutela del sito.

 

Oltre a questo era stata elaborata anche una normativa di indirizzo, una sistema di regole e principi che ricercano “nella pianificazione comunale il giusto equilibrio tra conservazione e sviluppo”.

 

Dieci mesi dopo la firma del protocollo, il 18 maggio scorso il consiglio comunale coneglianese ha approvato il primo piano degli interventi, ma non c’è traccia delle indicazioni fornite dall’accordo con la Regione.

 

“Nel piano non ci sono riferimenti né al protocollo di intesa, né alla normativa di indirizzo, né comunque alla necessità di adeguare le scelte urbanistiche della città all'obiettivo del riconoscimento delle nostre colline come Patrimonio dell'umanità – dichiara Gianelloni - D'altra parte il P.I. approvato contempla diversi interventi che risultano in aperto contrasto con la normativa d’indirizzo sopra citata”.

 

Il consigliere chiede di conoscere il motivo di questo “vuoto”, e di sapere quando si intenda “procedere alle necessarie varianti del P.I.”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×