28 marzo 2020

Vittorio Veneto

Anche i consiglieri di Costa-Meschio nel fronte anti-supermercato

Polemica sul legame discount-Piazza Meschio: "Prezzo troppo alto da pagare"

| Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin | commenti |

Anche i consiglieri di Costa-Meschio nel fronte anti-supermercato

VITTORIO VENETO - Il nuovo supermercato in zona sud incassa un altro, ennesimo, “no”. Questa volta tocca ai consiglieri del quartiere Costa-Meschio, che si sono detti “preoccupati della situazione generale” e che hanno espresso il proprio “pieno disaccordo” con le scelte che l’amministrazione si appresta a fare.

 

Ai consiglieri non è andato giù il fatto di non essere stati interpellati, né avvisati, riguardo ai nuovi sviluppi urbanistici in via Celante. “Ritenendo il Consiglio di Quartiere uno degli strumenti di informazione e consultazione dei cittadini e delle realtà sociali sui problemi di interesse territoriali, manifestiamo il nostro disappunto per non essere stati informati delle scelte che l’amministrazione si appresta a compiere” dichiarano i consiglieri.

 

Che hanno fatto notare, come altri prima di loro, che il nuovo supermercato andrebbe inserirsi in un contesto già servito da numerosi punti vendita, che soddisfano pienamente le esigenze dei cittadini.

 

“Questa nuova costruzione, oltre ad essere superflua, va a creare ulteriori problemi di viabilità dei quali Vittorio Veneto e il nostro quartiere non hanno sicuramente necessità” - continuano i consiglieri - Inoltre tale scelta porterebbe inevitabilmente a incrementare i rischi per la sicurezza stradale”.

 

C’è poi anche la questione del consumo di suolo: “preservare quanto più possibile il territorio è una delle colonne portanti del programma che questa amministrazione a suo tempo ha presentato ai cittadini e che verrebbe ad essere disatteso. In altre zone della città vi sono numerose volumetrie esistenti che possono adattarsi ad eventuali esigenze che dovessero manifestarsi in futuro”.

 

Ma quello che sta più a cuore ai consiglieri è, indubbiamente, il futuro di Piazza Meschio, il cui completamento è stato legato all’arrivo del discount. Gli oneri di urbanizzazione, nell’intenzione dell’amministrazione, verrebbero infatti “dirottati” sull’eterna incompiuta.

 

Una scelta non digerita dai consiglieri: “Nell’ipotesi in cui detta scelta sia determinata per risolvere una volta per tutte l’annosa situazione di piazza Meschio, la quale sta a cuore a tutti i cittadini, è evidente che il prezzo da pagare per una prossima definizione, a giudizio della comunità, è troppo elevato e del tutto iniquo”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×