22 febbraio 2020

Conegliano

Voto influenzato e irregolarità nello spoglio: "Impugneremo le elezioni a Conegliano"

L'annuncio di Ezio Da Re di "Progetto Conegliano"

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Voto influenzato e irregolarità nello spoglio:

CONEGLIANO - Non c’è ancora stato il passaggio di consegne al nuovo sindaco Fabio Chies, ma c’è già chi vuole impugnare le elezioni. E’ Ezio Da Re, capo lista di “Progetto Conegliano”, la civica in supporto alla candidatura di Alessandro Bortoluzzi (Pd).

 

“Mi riservo la prossima settimana una riunione con i miei avvocati per impugnare le elezioni, in relazione alla convocazione illegittima del consiglio comunale del 18 maggio 2017.

 

Ritengo che la convocazione straordinaria sia illegittima in relazione a due punti: accordo di programma e piano degli interventi, essendo il Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali molto chiaro sul punto”.

 

I consiglio comunali in prossimità delle elezioni devono, per legge, limitarsi ad adottare gli atti urgenti e improrogabili. Così non è stato, secondo Da Re, nell’ultimo consiglio coneglianese, dove è stato approvato il PI.

 

“Tutto il piano degli interventi non è sicuramente un atto urgente e improrogabile, eventualmente si deve scorporare l’atto urgente con relativa motivazione” prosegue il capo lista.

 

L’urgenza, secondo l’amministrazione, era rappresentata dalla chiusura dell’affare Paccagnella: la mancata approvazione del piano, e quindi la mancata assegnazione dell’edificabilità nei terreni dell’imprenditore, avrebbe costretto il comune a pagargli 530mila euro.

 

L’opposizione aveva abbandonato l’aula prima del voto, e Bortoluzzi aveva segnalato la questione al Prefetto di Treviso. Secondo la minoranza infatti un provvedimento di grande importanza come l’adozione del PI potrebbe aver condizionato l’elettorato coneglianese.

 

Da qui l’idea di impugnare le elezioni, perse dalla coalizione guidata dal Pd già al primo turno.

 

Secondo Da Re ci sarebbero state poi delle irregolarità durante lo spoglio delle schede nel seggio di via dei Mille: “Il rappresentante di lista della Lega Nord improvvisamente ha visionato e toccato 10 schede elettorali in un seggio, e in un altro 33 schede senza autorizzazione. Ho fatto mettere tutto a verbale”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×