18 settembre 2021

Treviso

Protestano gli autisti: "Ennesimo episodio di degrado sociale, più sicurezza per i lavoratori"

Mom: "A breve occhi elettronici sul LungoSile Mattei", Manildo a Prefetto e Questore: “Più controlli per via Roma"

|

|

Protestano gli autisti:

TREVISO – “Un episodio da condannare, per l’ennesima volta dobbiamo evidenziare il degrado nel quale si trovano alcune zone della città. Sollecitiamo un'azione del Prefetto e di tutti gli organi competenti, al fine di affrontare quello che è un vero e proprio problema sociale”. Questa la posizione della rappresentanza sindacale di Mom congiuntamente alle segreterie provinciali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Usb Lavoro Privato, Faisa Cisal, che oggi hanno incontrato la dirigenza dell’azienda unica di trasporto Mom, in seguito all’aggressione all’autista avvenuta in via Roma sabato pomeriggio.

Durante l’incontro è stato affrontato e discusso il problema relativo alla sicurezza dei lavoratori. L’azienda Mom ha fatto sapere che implementerà la presenza di personale sia a bordo dei mezzi che a terra, e a breve doterà la zona dell’autostazione, lungo via Lungo Sile Mattei, di sei nuove telecamere di videosorveglianza per tutelare i maggiormente i lavoratori.

“Confidiamo nelle indagini in corso per far luce sulla vicenda e perché si arrivi all’individuazione dei responsabili – ha dichiarato Giulio Sartor, presidente di Mom – “Mom difenderà a spada tratta il suo autista, che ha cercato di far rispettare le regole minime di convivenza facendo scendere chi non era in possesso di regolare titolo di viaggio. Annunciamo di essere già pronti a costituirci parte civile in un eventuale procedimento giudiziale”. Intanto per domani è stato fissato un incontro con il “Comitato Sicurezza” al quale parteciperà anche il Prefetto.

Sul grave episodio è intervenuto anche il sindaco Giovanni Manildo che ha chiesto risposte immediate a Prefetto e Questore. “Nell’incontro di domani chiederò a Prefetto e Questore di capire più chiaramente quanto accaduto nel primo pomeriggio di sabato e mettere in campo più forze di sicurezza – sottolinea il sindaco – e se dovessero emergere problemi legati alla carenza di personale siamo pronti ad andare fino in fondo anche coinvolgendo il Ministro”.

“Nei mesi scorsi – ricorda il sindaco - era stato concordato di predisporre delle pattuglie miste tra le varie forze dell’ordine. Pattuglie che però fino ad oggi sono state effettuate solo dalla nostra locale. I nostri agenti continueranno sicuramente a svolgere le funzioni che gli competono, i controlli antiaccattoni, antiacol e infine a dare supporto, ma non possono e non possono supplire alle funzioni che sono proprie dello Stato”.

Sindaco e vicesindaco incontreranno i residenti e commercianti della zona di via Roma nei prossimi giorni, anche per informare dell’esito del comitato ordine e sicurezza chiesto dal primo cittadino a Prefetto e Questore.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×