27 ottobre 2021

Treviso

"No fotovoltaico a terra", anche il sindaco Conte firma la petizione di Coldiretti

Consegnati al sindaco i disegni realizzati dai bambini delle scuole della provincia di Treviso per il concorso “Energia S©olare”

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Mario Conte, Maria Antonio Ciri

TREVISO - Anche il sindaco di Treviso e presidente Anci Veneto, Mario Conte, ha firmato la petizione di Coldiretti promossa dal comitato civico 'MammeZeroConsumoSuolo" per dire No al fotovoltaico a terra.

La firma si è svolta all’interno del mercato coperto di Campagna Amica in piazza Giustinian dove ad aspettare il primo cittadino del capoluogo di Marca c’erano il direttore di Coldiretti Maria Antonio Ciri e il consigliere provinciale Michele Carraro.

Al sindaco Mario Conte sono stati consegnanti anche un centinaio di disegni realizzati dai bambini delle scuole della provincia di Treviso che hanno partecipato al concorso di Coldiretti dal titolo “Energia S©olare” dedicato alla sensibilizzazione sulla tutela del territorio e bellezza del paesaggio.

“Siamo stati travolti da una valanga di fantasia – spiega Giorgio Polegato presidente di Coldiretti Treviso – tutte le espressioni colorate e le interpretazioni semplici delle nuove generazioni sono un tributo all’impegno quotidiano degli agricoltori nella valorizzazione della campagna che deve essere difesa dall’invasione dei pannelli fotovoltaici a terra. Coldiretti è a favore delle fonti rinnovabili e ritiene che siano la sfida del futuro, ma proprio pensando al domani dei più piccoli è giusto creare i presupposti per mantenere un ecosistema naturale e in equilibrio con la presenza umana che lo cura. Consideriamo tutte le opere il miglior manifesto ambientale, lo slogan più green, il grafico più adatto alla speranza mai ideato prima d’ora”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×