25/01/2022parz nuvoloso

26/01/2022nuvoloso

27/01/2022nebbia

25 gennaio 2022

Esteri

New York, studente italiano ucciso a coltellate

Ferito un altro italiano, arrestato un sospetto mentre minacciava terza persona

|

|

Polizia statunitense

USA - Uno studente italiano della Columbia University, Davide Giri, è rimasto ucciso in un accoltellamento avvenuto la notte scorsa a New York. Lo riporta il Daily Beast citando la conferma del preside della Colombia University, Lee Bollinger.

 

"Con grande dolore vi scrivo per condividere la tragica notizia che Davide Giri, uno studente di dottorato della School of Engineering and Applied Science, è rimasto ucciso in un attacco violento la notte scorsa nei pressi del campus", ha scritto in una mail inviata agli studenti della prestigiosa università newyorkese. Secondo quanto riporta il sito, un altro italiano - Robert Malastina - risulta ferito.

 

In manette è finito un 25enne in libertà vigilata dopo una condanna del 2013 per aggressione. A riportarlo è il New York Daily News, precisando che il turista italiano ferito, trasportato d''urgenza in ospedale, è in condizioni stabili. Uno studente della Columbia che ha assistito all'aggressione, riporta il Daily Beast, ha detto di aver visto il sospetto correre dietro a Malastina e iniziare a pugnalarlo alla schiena e al petto, mentre la vittima chiedeva aiuto.

 

Davide Giri era un dottorando in informatica presso la Columbia University. I suoi studi riguardavano le architetture e metodologie di progettazione a livello di sistema per system-on-chip eterogenei, con particolare attenzione agli acceleratori hardware. In precedenza aveva effettuato studi al Politecnico di Torino e Milano, all'università Tongji a Shanghai e all'Università dell'Illinois a Chicago. Era autore di numerosi articoli e aveva tenuto discorsi e partecipato a tutorial in tutto il mondo. Era stato insignito di diversi riconoscimenti. Nel suo curriculum, riporta il Daily Beast, il giovane menzionava l'amore per il pianoforte classico e il calcio e citava la sua pluriennale esperienza come volontario per i campi estivi.

 

"Siamo davvero sconvolti dalla notizia di questa tragedia. Davide era un ragazzo brillante, con tutta la vita di fronte, ed è inaccettabile quanto accaduto" dice interpellato dall’Adnkronos il sindaco di Alba, Carlo Bo.

 

"Davide, ora a New York per motivi di studio, era molto conosciuto ad Alba - ricorda il primo cittadino - la sua famiglia è da sempre impegnata nel mondo del volontariato e della parrocchia, prima in Santa Margherita e ormai da diversi anni nel quartiere Mussotto. Il papà Renato è insegnante al liceo classico Govone, mentre la mamma Giuseppina è referente del doposcuola al Mussotto. Davide lascia anche i fratelli Michele e Caterina".

 

"Tutta la comunità è loro vicina in questo momento così difficile", conclude il sindaco di Alba.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×