29/11/2021poco nuvoloso

30/11/2021sereno

01/12/2021pioviggine e schiarite

29 novembre 2021

Montebelluna

Nervesa ripulita dal lavoro e impegno di oltre 60 volontari

Successo sia di partecipanti, sia di materiale raccolto per "Puliamo Nervesa". L'assessore Zanatta: «Vogliamo diffondere un messaggio legato alla pulizia del territorio».

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Nervesa ripulita dal lavoro e impegno di oltre 60 volontari

NERVESA - Sabato 24 aprile, quasi 70 volontari si sono armati di guanti, sacchetti, bacchette e tanta voglia di ripulire il proprio territorio sporcato e oltraggiato dai tanti rifiuti che troppe persone, senza alcun senso civico, hanno abbandonato lungo strade e sentieri.

Il risultato della prima edizione di “Puliamo Nervesa” è stato impressionante: sono stati riempiti circa 50 sacchi con ogni genere di immondizia, dalle bottiglie di birra ai mozziconi di sigarette, che da mesi, se non anni, deturpavano l’ambiente. Altro materiale più ingombrante è stato avvisato sul territorio e segnalato al Comune di Nervesa della Battaglia che provvederà nei prossimi giorni a recuperarlo e smaltirlo.



Se il Comune di Nervesa ha organizzato l’iniziativa, fornendo inoltre il materiale per il recupero insieme a Contarina spa, in diverse decine di volontari, appartenenti a molte associazioni di paese, hanno raccolto l’invito a dare una mano nella pulizia. L’assessore alla Cultura, Paolo Zanatta, e l’assessore all’Ambiente, Ferruccio Rossi (i due assessorati promotori della giornata), sono riusciti infatti a chiamare raccolta esponenti della Pro Loco Nervesa, dell’associazione Battaglia del Solstizio, degli Alpini di Santa Croce, della Protezione Civile Nervesa, dei Fanti di Nervesa e Bavaria e del Gruppo ciclistico Aquile Fontane, quest’ultimi pronti a ripulire le zone che sono soliti attraversare in bici. Oltre a loro, si sono uniti anche una decina di volontari iscritti al neonato registro dei volontari del Comune di Nervesa della Battaglia.

«L’iniziativa nasce perché eravamo stanchi di vedere il nostro Paese infestato di immondizie – spiega l’assessore Paolo Zanatta –. Non è un’iniziativa semplicemente ecologica ma culturale, perché vogliamo diffondere un messaggio legato alla pulizia del territorio in cui viviamo, per renderlo più bello e più salutare». L’iniziativa verrà ora ripetuta in altre due occasioni nel corso del 2021: il 26 giugno e il 2 ottobre.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×