20 febbraio 2020

Castelfranco

Neonato stroncato da una rara malattia genetica, aveva solo un mese

Il piccolo ha lottato per un mese prima di spirare al nosocomio di Treviso

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Neonato stroncato da una rara malattia genetica, aveva solo un mese

CASTELFRANCO – «Non c’è piede tanto piccolo da non lasciare un’impronta su questa terra»: così si legge nell’epigrafe di un bimbo di appena un mese di vita, stroncato da una rara malattia genetica. Mamma e papà del piccolo, lei di Vallà di Riese lui di Feltre ma da poco residenti ad Altivole, hanno voluto manifestare così il loro dolore per la perdita del figlioletto, scegliendo una frase significativa ma anche apponendo il calco del piedino del piccolo come immagine sull’annuncio funerario.

Nato all’ospedale di Montebelluna lo scorso 7 settembre il bimbo è parso subito in serie condizioni tant’è che i medici ne hanno disposto il trasferimento al reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso dove giovedì scorso è spirato. Un dramma immane per i genitori, persone molto note nella Castellana, entrambi infatti lavorano nella casa di riposo della città del Giorgione. L’accaduto ha però destato cordoglio anche a Feltre dove il papà è conosciutissimo poiché impegnato nel rinomato gruppo Sbandieratori della città.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×