08/12/2021rovesci di pioggia

09/12/2021pioggia debole

10/12/2021nubi sparse

08 dicembre 2021

Treviso

Nella notte tenta di fuggire al controllo e rischia di investire un agente: neopatentato nei guai

Camionista alticcio si schianta contro i cartelli del cantiere stradale

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

posto di blocco

TREVISO - Guida in stato di ebbrezza: verso le 02 circa di stanotte un equipaggio della polizia di Stato impegnato in servizio di vigilanza stradale, ha intimato l’Alt ad un’autovettura lungo la SS13 nel territorio del comune di Treviso.
Il conducente per evitare il controllo ha accelerato, rischiando così di investire l’agente, che solo grazie alla sua prontezza di riflessi è riuscito ad evitare il peggio.

Dunque è stato inseguito dalla pattuglia fino a Dosson di Casier dove, a causa della velocità, dell’inesperienza e all’alterazione da sostanze alcoliche, ha perso il controllo del veicolo finendo fuori strada, fortunatamente senza conseguenze fisiche, ma solo ingenti danni al veicolo e alle infrastrutture adiacenti.
Il conducente, una volta raggiunto dagli agenti, ha iniziato a colpirli ripetutamente e nel tentativo di chiudersi all’intemo del veicolo al fine di sottrarsi al controllo, chiudeva la mano destra di uno degli operatori tra la portiera e il montante, causandogli lievi lesioni. Gli agenti operanti, identificato il giovane trevigiano, hanno provveduto a sottoporlo al controllo con etilometro.
Il test ha evidenziato un risultato pari a 2.04 g/l, ma come neopatentato il tasso alcolemico per lui consentito è pari a 0,00 g/l. Come conseguenza della sua condotta è scattata la denuncia in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, nonché per guida in stato di ebbrezza, aggravata dall’essere neopatentato e per essere incorso in incidente stradale, con il contestuale ritiro, per la successiva revoca, della patente di guida; nottata che di sicuro il giovane non dimenticherà facilmente.

L’alterazione conseguente all’abuso di sostanze alcoliche, che in provincia rispetto agli anni passati è in aumento, purtroppo vede coinvolti non solo i conducenti di autovetture, ma anche i conducenti professionali, ne è la prova quando accaduto ad un autotrasportatore bellunese nella nottata di alcuni giorni fa.


Mentre percorreva l’autostrada A27 per rientrare al proprio domicilio, aveva urtato alcune infrastrutture poste a delimitare e segnalare la presenza di un cantiere di lavoro fortunatamente al momento non operativo; anche questo conducente ha proseguito la marcia incurante del danno provocato e della pericolosità venutasi a creare dal danneggiamento della segnaletica temporanea di cantiere.
Subito individuato dalla pattuglia, impegnata in quel tratto di vigilanza stradale, in relazione ai danni presenti sul veicolo, al controllo con etilometro ha evidenziatro un tasso alcolemico pari a 1,00 g/l, rispetto al tasso consentito pari a 0,00 g/l trattandosi di conducente professionale. Anche per questo autista la condotta ha portato al deferimento all’autorità giudiziaria competente e al conseguente ritiro del titolo abilitativo alla guida per la successiva revoca.
 

 

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×