01 ottobre 2020

Treviso

Nella Marca circa 5 mila e 300 posti di lavoro persi, ma c'è chi è riuscito a reagire

| Gloria Girardini |

| Gloria Girardini |

Nella Marca circa 5 mila e 300 posti di lavoro persi, ma c'è chi è riuscito a reagire

TREVISO - Sono tempi difficili per il mondo del lavoro, la pandemia ha compromesso la vita di molti. Dagli ultimi report nella Marca sono circa 5 mila e 300 i posti di lavoro persi, alla fine dell’anno si avrà una visione più chiara della situazione occupazionale della provincia. Ad essere colpito con maggiore violenza il settore stagionale e turistico. “ Siamo in un momento di attesa per la questione del lavoro-ha sottolineato Mauro Visentin, segretario territoriale della Cgil-la maggioranza dei posti persi, al momento, sono quelli legati alla stagionalità e ad una serie di realtà che al momento sono ferme”.

 

Ma non tutte le attività del territorio sono in ginocchio, c’è chi è riuscito a reagire alla pandemia. “Abbiamo anche un altro rovescio della medaglia-ha proseguito Visentin- alcune realtà come la De Longhi o  Electrolux stanno ancora assumendo. Ci sono luci ed ombre come in tutti gli scenari dove c’è una situazione di attesa. Qualche avveduto, che non voglio definire fortunato, ha fatto degli investimenti ed è riuscito a stare dentro alla filiera del mercato. Penso alla De Longhi con il boom delle vendite on line per le macchinette da caffè durante il lockdown. Chi sa cogliere i cambiamenti può intravedere il futuro, gli altri saranno in difficoltà”.

 


| modificato il:

Gloria Girardini

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×