26 ottobre 2021

Cronaca

Nel fiume Columbia l'acqua è così calda che i pesci muoiono "bolliti vivi"

“Nuotare in un'acqua così calda è come per un essere umano corre la maratona a temperature superiori ai 40 ° C"

| Tracy Ngumbao Jefwa |

immagine dell'autore

| Tracy Ngumbao Jefwa |

pesci muoiono

USA - Nel fiume in Columbia, nel nord-ovest degli Stati Uniti, i pesci stanno morendo letteralmente bolliti vivi, e il video di questo orrore è diventato virale. Brett VandenHeuvel è ricercatore per un'associazione che monitora il fiume, e ha cercato di descrivere come i pesci nel fiume Columbia, siano vittime dell'elevata temperatura dell'acqua, causata dall'ondata di caldo attuale nel nord-ovest degli Stati Uniti. Il video mostra come un salmone lotta con il calore dell'acqua e come nel corso dei secondi, le sue ustioni diventino sempre più importanti. La sua morte è tutt'altro che un caso isolato.

 

“È come se stessero cercando di uscire da un edificio in fiamme” dicono gli esperti. La temperatura dell'acqua era di circa 21°C, una temperatura micidiale per questi pesci se esposti per lunghi periodi di tempo. “Nuotare in un'acqua così calda è come per un essere umano corre la maratona a temperature superiori ai 40 ° C. La differenza è che un umano ha una scelta, ma questi salmoni no": riassume Brett VandenHeuvel. “È uno sguardo triste sul nostro futuro. Ma è anche un invito all'azione. Se questo video non ti fa pensare - evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” - non so cosa lo potrà fare”.

 

IL VIDEO 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Tracy Ngumbao Jefwa

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×